Anziano trovato morto in bagno Cardarelli: da autopsia prime gravi responsabilità

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
“Le prime risultanze dell’esame autoptico permettono di individuare la causa del decesso in una insufficienza respiratoria acuta cagionata da polmonite interstiziale (secondaria a infezione da Coronavirus). Le condizioni del paziente risultavano tutt’altro che definitivamente compromesse, non essendo stati rilevati elementi indicativi di trombosi, ovvero alterazioni significative a carico di fegato, reni, milza”.

Lo rende noto, in un comunicato, Antonio Zobel, legale della famiglia di Giuseppe Cantalupo, l’84enne morto nel bagno dell’ospedale Cardarelli e finito in un video che mostra il suo cadavere. Oggi, nell’ospedale San Giuliano di Giugliano in Campania (Napoli), l’autopsia sulla salma dell’uomo, deceduto lo scorso 11 novembre.
Secondo l’avvocato Antonio Zobel, quindi, “si profilano in tutta evidenza ipotesi di grave responsabilità in capo ai sanitari che ebbero in cura il Cantalupo, per l’omessa assistenza sanitaria, posto che l’insorgenza di stress respiratorio pretende un trattamento tempestivo, mediante ventilazione non invasiva e, qualora necessaria, ventilazione invasiva con intubazione, che nel caso di specie non risulta eseguita”. (ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. indegno, ma sarà che la fascia che dicono essere più vulnerabile al virus sia piuttosto vulnerabile nel sollecito di attenzione da parte dei sanitari?
    Poveri vecchietti…
    Questi racconti mettono i brividi …
    E non è mai responsabilità, a mio parere, dei medici di turno, che adesso si troveranno, poveri disgraziati a doversi difendere per la disgrazia, ma dei vertici di questi ospedali manicomio che abbiamo in Campania….gente irreperibile, inavvicinabile ed incapace di approcciare una qualsiasi programmazione del lavoro…di proporre delle alternative risolutive in caso di criticità…
    Il caos negli anni è diventato normalità in questi ospedali, perchè anche in tempi ordinari, manca sempre qualcosa, personale, spazi, attrezzature, manutentori, persino la carta igienica!
    Ma con tutte le tasse che i campani pagano, laddove occorreva tutto questo, a chi competeva, nei decenni scorsi, chiederlo, richiederlo, pretenderlo e combattere per ottenerlo?
    Se regioni come il veneto e l’emilia hanno standard del tutto diversi vuol semplicemente dire che è questione di competenza e serietà..tutto qui!!
    La competenza della sanità è regionale? I colpevoli di questo schifo sono facilmente rintracciabili, nomi e cognomi di soggetti che negli anni passati hanno percepito laude ricompense, con il beneplacito della politica, regionale, per condurci tutti verso un lazzaretto a cielo aperto..
    E chi ci rimette sono sempre le persone per bene….Quando cambierà questo schifo! Una vergogna!

  2. Ahahahah!
    Bestia l’avvocato e bestie voi che gli date parola!!!
    Di insufficienza respiratoria si puó morire anche subito!
    E md ogni morte anche quelle per emorragia i per infarto avvengono per insufficienza respiratoria

  3. …. comincia la cortina di fumo dei tifosi, amici degli amici, miracolati, nani e ballerine…

  4. Che queste negligenze siano state rilevate, nei decenni scorsi e tutt’ora, in tutta Italia, è innegabile.
    Che i problemi che affliggono la sanità campana nascono dai decenni scorsi in cui chiunque si trovasse al timone ha fatto i babba’, è innegabile.
    Che negli ultimi 4 anni si è continuato a nascondere i problemi della sanità in Campania, è innegabile.
    Solo ora Papino si è ricordato che i medici erano pochi, perché ha trovato una scusa per giustificare il suo fallimento.
    Rivendica il risanamento della sanità e l’uscita dal commissariamento, ma, se questo è avvenuto, il prezzo lo hanno pagato le persone che sono morte o non si sono potute curare per i continui blocchi delle convenzioni con le strutture private.
    La verità è che la sanità campana è nel degrado più assoluto, lo testimoniano i continui viaggi della speranza nelle altre regioni per ricevere professionalità, competenza, dignità e umanità……
    Altro che sanità ecceeeezzzionale, altro che orgoglio Campano, altro che chiacchiere……
    Siamo la vergogna d’Italia……

  5. Addirittura dall’autopsia possono valutare di chi sono le responsabilità. E questa è magia … lasciate in pace questa povera persona che non c’è più

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.