Covid, come si cura in casa: il vademecum dell’Ordine dei Medici

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
La Federazione Regionale della Lombardia ha recentemente stilato una serie di consigli: dalla comparsa dei sintomi e una corretta diagnosi, ai medicinali da prendere ma anche alle indicazioni sull’ossigenoterapia e sulle varie vaccinazioni.

Cosa fare se ci sono sintomi – In caso di una sintomatologia già evidente, è fondamentale il raggiungimento di una diagnosi definitiva nel minor tempo possibile. In questi casi è consigliato l’utilizzo del metodo diagnostico che fornisca un risultato attendibile nel minor tempo possibile. In particolare, in condizioni di elevata circolazione virale la performance del test antigenico rapido su tampone nasofaringeo è ritenuta accettabile

Cosa fare se il tampone è positivo o elevato sospetto –  Fondamentali sono gli approfondimenti diagnostici nel paziente con infezione accertata o con elevato sospetto nonostante il tampone sia negativo

Quando effettuare ulteriori accertamenti – Approfondimenti sono necessari nel caso di elevato sospetto clinico e tampone antigenico rapido negativo con successiva esecuzione di tampone molecolare nasofaringeo; in caso di paziente con sintomatologia persistente (>5 giorni) o valutato ad elevata probabilità di progressione clinica; nel soggetto con sospetta polmonite in base alla valutazione clinica/telefonica o in caso di riscontro di dispnea soggettiva. Consigliata la valutazione quanto prima ove disponibile presso Hot spot Covid per esecuzione di ecografia torace

Come trattare i sintomi: uso del paracetamolo – In caso di sintomatologia evidente, utilizzare il paracetamolo nel trattamento della febbre (fino a 3g/die, divisi in 3 dosi, ad almeno 6 ore di distanza)

L’importanza dell’idratazione e dell’alimentazione – È importante bere molto per idratarsi per via orale se non controindicata. In caso di diarrea evitare trattamenti che riducano la motilità intestinale e supportare con idratazione orale. Ricordare l’importanza di una corretta alimentazione

Come trattare la tosse – Si possono utilizzare sedativi per la tosse al bisogno (se interferenza con il sonno). Tosse e dispnea potrebbero migliorare con l’auto-pronazione

Cosa non fare – Partendo dal presupposto che al momento nessun trattamento ha dimostrato un chiaro beneficio in pazienti la cui severità imponga l’ospedalizzazione, vi sono in ogni caso alcune terapie che sono controindicate poiché non hanno dimostrato nessun tipo di efficacia in nessun setting ed espongono il paziente a potenziali rischi ingiustificati se somministrate senza adeguato monitoraggio

Farmaci da evitare – Tra questi sono da citare l’antiretrovirale lopinavir/ritonavir (moderata, forte) l’antibiotico azitromicina (moderata, forte) e l’antimicrobico/immunomodulante idrossiclorochina 6–9 (moderata, forte). È in particolare fortemente sconsigliato l’utilizzo di azitromicina, fatti salvi quei casi in cui vi sia il fondato sospetto di contestuale infezione batterica

Altri consigli sulla profilassi antitrombotica – La profilassi antitrombotica deve invece essere evitata in tutti quei pazienti che abbiano un alto rischio di sanguinamento e/o di caduta a terra. Va inoltre assolutamente evitata in tutti quei pazienti che presentino storia di trombocitopenia indotta da eparina.  Da evitare la somministrazione di eparina a dosaggio anticoagulante in assenza di sospetto clinico e/o radiologico di trombosi venosa profonda

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Ma per favore non diciamo stupidaggini che alla fine la gente muore. La malattia va aggredita subito sin dai sintomi iniziali, i farmaci che avete citato sono solo dei coadiuvanti nella terapia principale, per carità cancellate subito l’articolo si va in galera!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.