Campania, domani si decide su asili e prime elementari

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
E’ attesa per domani la decisione sull’eventuale riapertura in Campania delle lezioni in presenza per la scuola dell’infanzia e le prime classi della scuola primaria, eventualità ipotizzata per martedì 24 novembre.

Tutto dipenderà dai risultati risultati dello screening volontario in corso da giorni su operatori scolastici e piccoli alunni: sulla base dei dati verranno assunte le decisioni in merito alla riapertura delle attività in presenza, “fatta salva, in ogni caso, la possibilità per i singoli Comuni di decidere in autonomia in relazione a situazioni di specifica criticità sui singoli territori”.

Alcuni sindaci, come quello di Giugliano (Napoli), hanno già escluso che le lezioni possano riprendere in presenza e anche l’Anci Campania ha chiesto al governatore De Luca di rinviare il ritorno in classe dei più piccoli. Lo screening comunque proseguirà anche nelle prossime settimane e verrà esteso alle fasce della popolazione studentesca di età più elevata.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Ma chi volete prendere in giro, questo famoso screening da prenotare tramite numero verde é impossibile da fare perché le linee sono intasate oppure nessuno risponde, era più onesto dire che le scuole non si volevano riaprire, pagliacci.

  2. Ma chi volete prendere in giro, questo famoso screening da prenotare tramite numero verde é impossibile da fare perché le linee sono intasate oppure nessuno risponde, era più onesto dire che le scuole non si volevano riaprire, pagliacci.

  3. ma infatti un’altra presa in giro. Però adesso voglio vedere cosa dirà alle mamme che anche privatamente hanno sottoposto bambini così piccoli a fare il tampone

  4. Che tarantella. Come avete ridotto la scuola!
    Quindi con solo tre settimane di apertura scuole da marzo a oggi, quest’ultime sarebbero la causa di 9 mesi di pandemia?
    Inefficienti e deficienti!

  5. Le scuole devono rimanere chiuse fino a gennaio. E quando si ritornerà bisognerà dare ai genitori la possibilità di scegliere tra didattica in presenza e didattica a distanza.

  6. Quando non eravamo zona rossa ha chiuso la scuola e lasciato aperti i parchi,adesso che siamo zona rossa apre la scuola e chiude i parchi…

  7. Quello che dici è giusto, purtroppo metti all’altro piatto della bilancia il fatto che nel malaugurato caso i bambini si trasmettono il virus in classe i tuoi figli possono contagiare anche familiari deboli e nonnini, dmmi qual’è il rischio da accettare?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.