Emergenza Covid nei Picentini, Anna Bilotti interroga il ministro Speranza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

«Raccolgo l’appello lanciato dai sindaci dei comuni Picentini e sono al loro fianco, oltre che di tutti i cittadini della mia terra, nelle sollecitazioni fatte al Dipartimento di prevenzione dell’Asl, al direttore del Distretto sanitario 68 e al presidente della Regione Campania per mettere fine ai gravi disagi in atto, a cominciare dalle difficoltà, se non impossibilità, per i cittadini di essere sottoposti a tampone presso l’Usca di Campigliano a San Cipriano Picentino».

Così Anna Bilotti, deputata del Movimento 5 Stelle, che annuncia un’interrogazione parlamentare dopo la lettera-denuncia degli amministratori dei comuni del territorio, che lamentano gravi difficoltà nel contrasto all’emergenza Covid.

«Ho formulato un’interrogazione al ministro della Salute, Roberto Speranza – aggiunge la parlamentare – affinché verifichi l’effettiva attivazione e l’adeguato dimensionamento delle Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) in relazione all’evoluzione dell’emergenza in corso e alla luce del trasferimento alla Regioni di notevoli risorse e di importanti deleghe gestionali relative alle assunzioni di nuovo personale».

A firmare la lettera-denuncia sono stati i sindaci di nove comuni: Giffoni Sei Casali, San Cipriano Picentino, Montecorvino Pugliano, Giffoni Valle Piana, Montecorvino Rovella, Pontecagnano Faiano, Acerno, San Mango Piemonte e Castiglione del Genovesi. «L’ambito di riferimento raccoglie un bacino di circa 80mila abitanti – sottolinea Bilotti – un numero che va ben oltre le prescrizioni governative in merito al dimensionamento delle Usca, per le quali è previsto un massimo di 50mila abitanti.

I provvedimenti assunti dal Governo prevedono anche misure a carattere straordinario per l’assunzione del personale sanitario necessario per far fronte all’emergenza. Davanti alle segnalazioni dei sindaci, che parlano di mancanza di tamponi, mancanza di personale e impossibilità di far fronte al numero di richieste di assistenza domiciliare ho ritenuto doveroso intervenire immediatamente, interessando il ministro della Salute».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.