Pellezzano: la mostra “Pensando a te” sarà visitabile in tour virtuale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“L’interazione con Bimed è nei nostri auspici una possibilità per il territorio, per determinare una crescita di sistema a cui il Comune di Pellezzano deve tenere per la comunità e perché i cittadini possano sentire il conforto di qual fare cultura inteso come generatore di divenire.

La mostra “Pensando a te” grazie alle tecnologie permetterà a tante persone del contesto nazionale di promuovere il Complesso Monumentale dello Spirito Santo mostrando una delle nostre eccellenze. Un sito, questo dello Spirito Santo, che nel nostro progetto dovrà essere avvertito sempre di più come l’incubatore che attraverso la proposta culturale è in grado di generare crescita e qualificazione sociale.

A causa del COVID non sarà possibile la visita della mostra in presenza ma sono certo che nella prospettiva creeremo altri eventi finalizzati anche all’animazione sociale così da rendere costantemente vitale questo straordinario monumento che è patrimonio di Pellezzano e della Valle dell’Irno”.

Queste le parole di Francesco Morra Sindaco di Pellezzano per annunciare l’evento espositivo che a partire dal 24 di novembre e sino al 7 gennaio prossimo sarà ospitato nello Spirito Santo. La Mostra accoglie alcune delle opere custodite nell’Archivio Arte Bimed altri dipinti, sculture, fotografie e installazioni messe a disposizione dagli artisti che nel corso degli ultimi dieci anni hanno interagito con la Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo realizzando progetti formativi per le scuole fidelizzate e azioni di qualificazione territoriale per i comuni associati. “Giorgio Galli, Mark D’addio, Roberto Nutili, Ruggero Maggi, Mario Ranieri, Antonio Baglivo, Stella Tundo, Valerio Sorgi, Carlo Marchetti sono solo alcuni degli artisti in esposizione.

La mostra è per certi versi lo spaccato dell’identità di Bimed, vi è in queste opere il tratto che collega l’arte a ogni azione che poniamo in essere, sempre orientate, le nostre azioni a considerare la bellezza come elemento imprescindibile per la tenuta etica di un tempo civile che sia governato dal bene comune.

Purtroppo allo stato le visite potranno essere soltanto virtuali ma anch’io come il Sindaco di Pellezzano sono certo che ci saranno altre occasioni per rendere il Complesso Monumentale dello Spirito Santo un luogo di incontro e di confronto quotidianamente aperto alla relazione tra cittadinanza e proposta culturale”.

È Andrea Iovino, Presidente di Bimed che nel dare i tratti dell’exibition si accomuna all’Ente Locale e sancisce la propria disponibilità a interagire per la strutturazione di un altro luogo della Valle dell’Irno deputato a rendere la cultura occasione di crescita per la Valle dell’Irno e l’asse dei due Principati.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.