Scuola, Battipaglia: no alla didattica in presenza, ordinanza della sindaca

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
Con Ordinanza n. 385 del 23 novembre il Sindaco di Battipaglia Cecilia Francese ha disposto la sospensione delle attività educative in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni), nonché le attività didattiche in presenza delle prime classi della scuola primaria, sino a tutto il 1.12.2020.

Siffatta decisione, scaturita anche a seguito delle istanze presentate dai Dirigenti scolastici nel  corso della seduta della III° Commissione Consiliare, tenuta nella giornata di giovedì 19 novembre, e della riferita difficoltà per gli stessi in ordine allo screening programmato dall’Unità regionale, prevede, inoltre, che entro il suddetto termine dell’1.12.2020 dovranno essere acquisiti i dati ufficiali locali dello screening programmato dall’unità locale di Crisi regionale, a mezzo di somministrazione di tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente delle classi interessate, nonché agli alunni e ai relativi familiari conviventi.

Sul punto, è bene ricordare che sino al 21.11.2020, ll dato epidemiologico ufficiale relativamente alla città di Battipaglia individua in 445 le persone attualmente contagiate al Covid19, di cui ben 13 di essi sono ricompresi in una fascia di età 0-7 anni.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Vista l’estrema gravità della situazione “Scuola”, accantonando quelli che chiamiamo “elementi inalienabili”, perchè non demandare le responsabilità ai genitori favorevoli/non favorevoli al ritorno a scuola, lasciandogli firmare un patto dove si sottraggono rivendicazioni e obblighi ai Dirigenti Scolastici/Sindaci/Regione se non quello di organizzarsi, ovviamente, per una didattica di due differenti tipi: DAD e in presenza. Non è cosa da niente, ma almeno in tal modo i bambini troveranno coerenza e maggiore tranquillità nelle proprie case. Una diretta web in ogni classe + Notebook su ogni scrivania per i docenti per poter seguire e interpellare gli alunni in DAD. Con un pò d’impegno si può trovare un compromesso affinché si considerino i pareri diversi. Oggi invece assistiamo a genitori e rappresentanti di classe che si mettono a fare politica sui gruppi whatsapp, raccogliendo adepti, convincendo le persone più fragili, unicamente per portare prepotentemente avanti ciò che per se stesso ritiene giusto. E basta!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.