La Salernitana sbanca Cosenza e diventa la capolista della Serie B

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
18
Stampa
Voleva i tre punti la Salernitana a Cosenza anche se partiva con una difesa rimaneggiata dalle assenze. Vittoria che voleva dire vetta solitaria che a Salerno è qualcosa ormai che sembra appartenere ai libri di storia. Partita tosta invece quella degli uomini di Castori che mostrano personalità ai piedi della Sila.

Bel primo tempo con Tutino, Anderson e Dziczek vicino al gol, e rischiando poco. Nella ripresa partenza sprint e Tutino si fa rimpiangere dai pochi presenti al S.Vito Marulla siglando il gol dell’ex con una magia delle sue. Il Cosenza si innervosisce e i cambi non danno la sterzata chiesta da Occhiuzzi. Anzi è la Salernitana a sfiorare il raddoppio e rischiare qualcosa da una leggerezza dello stesso Tutino. Ora bisogna rimanere con i piedi per terra e che la vetta non faccia venire verigini.

La Salernitana con il primato nel mirino si presenterà in piena emergenza difensiva a Cosenza. Per la trasferta in terra silana mister Castori sarà costretto a rinunciare in un sol colpo agli infortunati Aya, Lopez e Veseli e a Karo, risultato positivo al Covid-19 al rientro dagli impegni con la nazionale cipriota. Nessuno dei giocatori che nei giorni scorsi erano finiti in infermeria è riuscito a recuperare in tempo utile per la gara di domani sera in Calabria.

E così il tecnico granata sarà costretto a varare un assetto difensivo a dir poco sperimentale con la difesa a tre. A guardia della porta di Belec, infatti, ecco Bogdan Mantovani e Gyomber. In mezzo al campo sarà utilizzato Dziczek al fianco di capitan Di Tacchio, così da avere due elementi in grado di fare filtro e che possano far ripartire rapidamente l’azione. Sulle corsie esterne toccherà a Kupisz e Casasola in una mediana a quattro. Andrè Anderson, dato in panca alla vigilia avrà il compito di innescare la coppia Djuric – Tutino.

Non ci sono dubbi particolari in casa Cosenza. Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia i rossoblu vogliono concentrarsi sul campionato e proveranno a dare continuità al blitz compiuto sul campo del Frosinone. Mister Occhiuzzi schiererà i suoi col 3-4-1-2: Falcone in porta; Tiritiello, Idda e Legittimo in difesa; Bittante e Vera cursori esterni; Sciaudone e Bruccini a far legna in mezzo, Balhouli chiamato a dare imprevedibilità alla manovra; Carretta e Baez di punta. Arbitra Dionisi di L’Aquila.

LA PARTITA

Serata fredda e umida a Cosenza. Minuto di raccoglimento per Diego Armando Maradona, scomparso mercoledi scorso in Argentina in seguito ad un infarto. Parte la sfida con una fase si studio. Tutino al 12’ cerca il gol dell’ex, sfera alta. Anche Sciaudone, ex granata ora nei lupi ci tenta dalla distanza. Al 26’ ci prova Carretta in girata, non va. Al 35’ Tutino innesca Anderson che di sinistro si fa ipnotizzare da Falcone che respinge sulla ribattuta il brasiliano spreca. Un minuto dopo Dziczek trova ancora un super Falcone. Sul capovolgimento girata di Baez, palla di poco fuori. Dopo un occasione ancora per Anderson con Falcone presente, ammonito nel finale Di Tacchio.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con una spizzata pericolosa in area di Djuric, sfera di poco fuori. Dopo un minuto magia di Tutino che trova il gol dell’ex. Lancio al bacio di Anderson, Tutino brucia Idda e poi salta Falcone e deposita in rete. Il numero nove non esulta in rispetto della sua ex squadra. Cosenza che si innervosisce, giallo per Idda. Fuori Dziczek nei granata dentro Schiavone. Il Cosenza inserisce Corsi per Vera. Pericolosi i campani con un colpo di testa di Bogdan da cross d’angolo.

Ammonito anche Anderson e Gyomber per la Salernitana. Entra Capezzi nei campani proprio per Anderson. Kupisz manca una ripartenza invitante. Carretta, Bruccini e Bittante lasciano il campo a favore di Petre, Ba e Sacko. Bouah ammonito per non aver atteso l’ok per il cambio. E proprio il mediano qualche minuto dopo si becca il secondo cartellino e il rosso per fallo su Tutino.

Da una ripartenza calabrese Bahlouli ha la palla del pari che manda incredibilmente alta dinanzi a Belec. Entrano Gondo e  Cicerelli per Djuric e Tutino. Konè nei calabresi per il tutto per tutto. Nel recupero Petre sfiora il pari con la difesa campana sfiorata. Dopo 4 di recupero, finisce cosi. Granata sbancano Cosenza ed è vetta solitaria.

COSENZA – SALERNITANA 0-1

COSENZA (3-4-1-2): Falcone; Tiritello, Idda, Legittimo; Bittante (30′ st Petre), Bruccini (30′ st Ba), Sciaudone, Vera (16′ st Corsi); Bahlouli (40′ st Kone); Baez, Carretta (30′ st Sacko). In panchina: Motosevic, Schiavi, Bouah, Petrucci, Sueva, Gliozz. Allenatore: Occhiuzzi.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Mantovani, Gyomber, Bogdan; Kupisz, Di Tacchio, Dziczek (16′ st Schiavone), Anderson (27′ st Capezzi), Casasola; Tutino (40′ st Gondo), Djuric (40′ st Cicerelli). In panchina: Adamonis, Iannoni, Barone, Giannetti, Baraye. Allenatore: Castori

ARBITRO: Dionisi di L’Aquila – assistenti: Macaddino e Mokhtar – IV uomo: Paterna

RETI: 5′ st Tutino (S)

NOTE. Espulso al 36′ st Ba (C) per doppia ammonizione. Ammoniti: Dziczek (S), Bruccini (C), Di Tacchio (S), Idda (C), Anderson (S), Gyomber (S), Bogdan (S), Petre (C). Angoli: 3-5. Recupero: 0′ pt – 4′ st

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

18 COMMENTI

  1. SALUTATE la capolista!! Perché stasera quei ridicoli del collettivo non mettono un altro striscione ???malox plusssss!!!!

  2. Godoooo!!! Stasera un giornalista salernitano poco prima della partita in una TV locale parlava di un tutino in crisi!!! E quann Ve pass !!! Malox plusssss!!!

  3. Un saluto ai vari gufi tifosi/ giornalai!!! Farmacia di turno aperta sul corso ….si consiglia malox plus…se il bruciore persiste.. Fissan in abbondanza!!!!

  4. Dopo sto partitone… che fine Hanno fatto quelli dello Striscione??? SALUTATE LA CAPOLISTA!!!

  5. Bè…mi sono emozionato!
    Tutino favoloso!!
    Sarà tutto falso?
    …. Intanto mi godo il primato e sono certo che tutti i tifosi pro e contro hanno nel cuore un po’ di felicità in questo momento difficile.
    Giacomo… Torrione

  6. Ma soprattutto , giggin venn i cazzttin e i vari gufi , dove sono, i napoletani che facevano commenti anche divertenti dove sono? Vabbe i conti purtroppo si fanno alla fine

  7. È sempre bello quando vince la Salernitana.. speriamo che si trovi un modo per permetterci di lottare fino in fondo..
    In ogni caso non si può non essere felici
    Forza Salernitana
    Lotito vattene

  8. Delio Rossi nuovo allenatore dell’Ascoli – Breda nuovo allenatore del Pescara – Salernitana capolista: che strane coincidenze!

  9. Oltre al risultato, finalmente si riescono a vedere 3 passaggi di fila fatti sotto la porta avversaria… incrociamo le dita…

  10. Sono Maradona il grande campione, auguro a Tutino di fare tanti gol, mi ha quasi copiato nel gol di ieri sera. Forza Salernitana.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.