Dpcm: conferenza stampa di Conte alle 20.15 in diretta Tv

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
5
Stampa
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte terrà una conferenza stampa alle 20.15 a Palazzo Chigi, nella quale illustrerà il nuovo dpcm. Lo rende noto la presidenza del Consiglio.

Spostamenti

E’ il capitolo più importante. Il Dl di ieri ha già stabilito che dal 21 dicembre al 6 gennaio sarà vietato spostarsi fra le regioni, anche quelle in zona gialla. Considerato che per quella data praticamente tutta Italia sarà in zona gialla, di fatto ogni spostamento extraregionale sarà vietato. Ma c’è di più: il 25 e 26 dicembre e il giorno di Capodanno non potremo spostarci nemmeno fuori dal nostro Comune. Ci si potrà spostare solo per ragioni di lavoro, salute o urgenza muniti dell’autocertificazione. Sarà comunque sempre possibile rientrare nella propria residenza, domicilio o abitazione. Non sarà possibile raggiungere la seconda casa se si trova in una regione diversa (sì invece se invece è nella stessa regione gialla).

Dal 4 al 20 dicembre sarà invece possibile muoversi fra le regtioni gialle: quindi ad esempio il 19 dicembre potremo raggiungere la seconda in una diversa regione (sempre gialla) e poi potremo tornare a casa anche dopo il 21 dicembre. Ancora da vedere se sarà possibile andare a casa di un genitore solo. Per chi si trova in zona arancione o rossa è sempre possibile tornare a casa dal 4 dicembre al 6 gennaio. La bozza peraltro non sembra prevedere alcuna deroga. Vedremo il testo deifinitivo.

Coprifuoco

Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 6 dal 4 dicembre al 6 gennaio. Non ci sono deroghe per la notte di Natale, per quella di San Silvestro e per il giorno dell’Epifania (6 gennaio). Anzi secondo la bozza inviata alle Regioni per Capodanno coprifuoco rafforzato dalle 22 alle 7 del mattino. Resta il divieto si assembramento e l’obbligo della mascherina all’aperto. I sindaci potranno decidere la chiusura di alcune strade o piazze a rischio assembramento.

I negozi

negozi potranno restare aperti fino alle ore 21. Sembrava che i centri commerciali potessero tenere aperto nei weekend e nei festivi. Ma la bozza prendeve invece la chiusura. E’ un altro nodo che sarà sciolto nella giornata di oggi.

Le feste di Natale e i cenoni

Come abbiamo detto, per Natale e Santo Stefano e Capodanno potremo restare solo nel nostro Comune. I risotranti (in zona gialla) potranno restare aperti a pranzo ma resta l’obbligo di chiusura alle 18. La messa di Natale (l’idea del parroco: si prenota con l’app) potrebbe essere fissata non dopo le 20. La sera di San Silvestro dovranno restare chiusi anche i ristoranti degli alberghi. Questo per evitare che si prenotino camere per poter eludere il divieto di cenoni. Negli albergi si potrà cenare solo in camera. Per quanto riguarda i cenoni in casa: raccomandazione che siano limitati ai soli conviventi in numero non superiore a 10 persone.

Vacanze sulla neve

Confermato il divieto di apertura degli impianti sciistici e delle piste da sci. Restano aperti invece gli alberghi nelle località montane ma con tutti gli obblighi e i divieti valevoli sul territorio nazionale. Ogni Paese europeo va in ordine sparso. Impossibile una concertazione. La bozza prevede peraltro che si potrà tornare a sciare dal 7 gennaio.

Chi torna dall’estero

Chi tornerà dall’estero dopo il 20 dicembre dovrà osservare un periodo di quarantena per dieci giorni da qualunque Paese provenga.

La scuola

Sembra certo che le lezioni riprenderanno in presenza dopo l’Epifania. Nella bozza si parla di lezioni in presenza al 50%. Tornano le lauree in presenza e potranno svolgersi in presenza gli esami, oltre alle lezioni solo per un ridotto numero di studenti e per le matricole: lo prevede la bozza del nuovo Dpcm.

Crociere sospese

Vietate le crociere fino al 6 gennaio. Porti chiusi per le crociere organizzate da navi estere.

Cambi di colore

La bozza del nuovo Dpcm conferma la suddivisione delle Regioni in tre colori (gialla, arancione e rossa) ma, anticipa il governatore della Toscana, Eugenio Giani, “rispetto a quello nel nuovo c’è una cosa positiva in più. Rispetto a quello, in cui per risalire le zone ci volevano 14 giorni, in questa bozza si  consente anche una distanza di giorni inferiore se i dati sono buoni e il gruppo di lavoro Cts ne prende atto”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

5 COMMENTI

  1. Buffone, stai a casa!! In tv a fare cosa? Pensa a tutti i lavoratori autonomi che non vedono una lira da maggio!!! Vergognatevi

  2. questo oltre ad essere un grandissimo stronzo e’ anche un vanesio con le sue dirette ma tanto oramai ha rotto le palle e gli italiani non vedono l’ora che si cambi governo questi hanno fatto piu disastri di una guerra.

  3. Buonasera, questo personaggio, lo chiamo così per non dire altro, ha partorito un altro DPCM, per la prima volta dopo 58 anni non potrò passare il Natale con i miei genitori che sono anziani ma risiedono in un comune diverso dal mio.
    La cosa mi dispiace molto perchè penso sempre che potrebbe essere l’ultima festa da passare insieme a loro.
    Daltronde la situazione sanitaria è stata gestita male all’inizio e peggio ancora durante, prendo atto che comunque pur aprendo i negozi ed i locali non ci si può muovere quindi non si potranno spendere soldi (chi li ha) e di conseguenza non ci saranno guadagni pertanto mi chiedo che c…..o lo fai a fare questo DPCM?
    Stasera si presenterà con quei capelli “pittati” e quell’aria da snob e ce lo metterà nuovamente in c…o piano piano e dolce dolce come piace a noi.
    Meditate e pensate sempre con la vostra testa.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.