La Salernitana rallenta in casa, pari con il Lecce e sorpasso Empoli

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa
Termina in pari il big-match all’Arechi tra Salernitana e Lecce. Granata che nonostante messi sotto dai salentini come gioco e organizzazione tattica trovano il vantaggio al 10’ con Capezzi imbeccato da Anderson. I salentini non ci stanno e creano numerose situazioni pericolose, i granata si salvano anche con fortuna. Ad inizio ripresa una sciocchezza di Lopez regala un rigore allo specialista Mancosu che pareggia. Entra Djuric che di testa sfiora il nuovo vantaggio. Ma è sempre la squadra di Lanna a menare le danze nonostante il neo-entrato Kupisz prova a spaccare il match. Tutino ha la palla buona ma non la sfrutta. Finale tutto giallorosso, Belec e qualche mischia salvano il pari mentre un nervoso Castori viene espulso. I granata pareggiano e perdono la testa della classifica a favore dell’Empoli che in casa supera la Cremonese.

I granata devono cancellare la brutta batosta di Brescia dove pure il gioco ha latitato. Salentini chiamati a dare un segno forte al torneo.

Salernitana in campo con il 3-5-2. In difesa, davanti a Belec si rivede Mantovani nel terzetto che si completa con Aya e Gyomber. Bogdan scivola in panchina. A centrocampo Casasola a destra prende il posto di Kupisz escluso dall’undici titolare. Dalla parte opposta agirà Lopez. In mezzo al campo Dziczek in cabina di regia (Di Tacchio è squalificato), Capezzi e Anderson mezzala con licenza di offendere. In avanti Gondo e Tutino.

Cinque i cambi per Corini (che è rimasto a casa per la positività al Covid) rispetto a sabato: in campo dal primo minuto Meccariello, Calderoni, Listkowski, Henderson e Pettinari (all’esordio dal primo minuto) per Dermaku, Zuta, Paganini, Majer e Stepinski. C’è in attacco l’ex bomber granata di Cava de’Tirreni Massimo Coda. Arbitra Chiffi di Padova.

LA PARTITA

Serata fredda all’Arechi ma il terreno di gioco sembra in buone condizioni. Lecce aggressivo i primi minuti, Salernitana guardinga. Al 10’ Lucioni di testa impegna un sicuro Belec. Sul capovolgimento Anderson inventa per Capezzi che in area salentina piazza la sfera nell’angolino destro del portiere ospite. Uno a zero e partita in discesa per i campani. Sotto il 20’ ci prova Adjapong, sfera ribattuta in corner. Intanto Tutino innesca Anderson che ciabatta la conclusione. La partita si accende: ci prova Coda, palla deviata da Aya sulla traversa. Primo giallo del match per Dziczek seguito da Coda subito dopo. Anche Djuric dalla panchina viene ammonito per proteste. Azione insistita di Pettinari che impegna Belec. Ci prova nel finale Coda, palla fuori. Finisce un frizzante primo tempo.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con gli stessi ventidue in campo. Non cambia la dinamica del match, Lecce in attacco e Salernitana che gioca di rimessa. Al 6’ rigore per il Lecce, sgambetto di Lopez a Mancosu e Chiffi fischia penalty che lo stesso Mancosu realizza. Castori inserisce Kupisz per Anderson, mentre Coda sfiora l’angolino, Belec si distende. Al 60’ Mancosu tutto solo di testa si divora il raddoppio. Entra Djuric ed esce Gondo lo segue Schiavone per Dziczek. Lanna risponde con Stepinski per Pettinari. Al 72’ occasionissima Salernitana, cross di Kupisz e di testa Djuric non inquadra bersaglio. Un minuto dopo Tutino simula in contatto e viene ammonito. Entrano Zuta al posto di Calderoni e Listkowski per Paganini nei salentini. Tutino ha la palla del match a 10 dal termine, l’ex Cosenza spreca incredibilmente. Un minuto dopo mucchio selvaggio in area granata, la difesa campana si salva come può. Entrano Giannetti e Veseli per Lopez e Tutino. All’ 86’ altra occasione leccese, sfera fuori. Castori nervosissimo già ammonito viene espulso. Finale elettrico con un fallo su Aya e con i salentini che non gettano la sfera fuori tra la rabbia dei granata.

Finisce qui. I granata pareggiano e perdono la testa della classifica a favore dell’Empoli che in casa supera la Cremonese.

TABELLINO

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Aya, Gyomber, Mantovani; Casasola, Capezzi, Dziczek (17′ st Djuric), Anderson (11′ st Kupisz), Lopez (38′ st Giannetti); Tutino (38′ st Veseli), Gondo (17′ st Schiavone). A disposizione: Adamonis, Cicerelli, Karo, Iannoni, Bogdan, Giannetti, Veseli, Antonucci, Baraye. Allenatore: Castori

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Adjapong, Lucioni, Meccariello, Calderoni (31′ st Zuta); Henderson (38′ st Majer), Tachtsidis, Listkowski (31′ st Paganini); Mancosu; Pettinari (19′ st Stepinski), Coda (38′ st Falco). A disposizione: Bleve, Rossettini, Monterisi, Vigorito, Björkengren, Maselli. Allenatore: Lanna.

ARBITRO: Chiffi di Padova (assistenti: Avalos-Zingarelli – IV uomo: Marini)

RETI: 11′ pt Capezzi (S), 7′ st rig. Mancosu (L)

NOTE. Al 44′ st espulso il tecnico della Salernitana, Castori. Ammoniti: Dziczek (S), Coda (L), dalla panchina Djuric (S), Tutino (S). Angoli: 1-8. Recupero: 0′ pt – 5′ st

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Ma come fa un commentatore a dire:

    – Cross di Casasola, ma il difensore del Lecce lo aveva capito già mezz’ora fa!!!

    – Il Lecce inizia a sentire la fatica (minuto 80 come se fosse unica squadra in campo)

    esultare per un gol su rigore manco se avesse fatto un euro gol in finale di champions…

    Qua due sono le cose… o tifano sempre per gli avversari o odiano la Salernitana…

    Sempre telecronisti contro…
    A lodare i calciatori avversari o a decantare le loro statistiche o a rammaricarsi se Coda non ha mai segnato alla Salernitana da ex…

    Ma vaff ….. DAZN !!!

  2. È evidente che manchi qualità a questa squadra ed Anderson o Cicerelli, in attesa di Lombardi, sono gli unici in grado di dare imprevedibilità e di supportare gli attaccanti granata, soprattutto Tutino che, se messo nella condizioni, può fare tantissimi gol. Bene la compattezza ma serve qualcosa, più di qualcosa, per colmare il gap con le grandi di questo torneo.

  3. E c’è di più …azione che porta Tutino vicino al gol ….sembrava una giocata del Lecce…il Lecce segna direttamente su rigore 😂😂😂 siamo alle comiche…

  4. Questo trittico di partite con squadre forti dirà molto sulle ambizioni della Salernitana. Per ora una sconfitta a Brescia e un pareggio in casa col Lecce..Siamo nei piani alti ma ho come l’impressione che sia un mix tra cinismo e fortuna (una partita a tavolino vinta, molti 1-0 striminziti), dunque è ancora troppo presto per esaltarsi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.