Zona rossa a Natale, De Luca: “Sono indignato, manca decisione chiara come in Germania”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Sono irritato e indignato perché nel nostro Paese non si riesce mai ad avere una misura chiara e che si continuano a prendere mezze misure di demagogia e che allungano i tempi della crisi. Prendano una decisione chiara e forte, come fanno altri paesi come la Germania”. A dirlo, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine
della consegna dei nuovi bus acquistati dalla Regione.

Sembra però ormai certa la decisione di Palazzo Chigi. La linea che il governo sembra aver seguito è quella che vede l’Italia zona rossa dal 21 dicembre al 6 gennaio per allontanare una terza ondata di contagi da coronavirus proprio all’inizio del nuovo anno.

Di conseguenza, dal 24 al 27 dicembre e dal 31 dicembre al 3 gennaio tutta l’Italia potrebbe essere rossa, per un totale di 8 giorni. Il 28, il 29 e il 30 dicembre saremo invece gialli. Si deciderà tutto oggi, in un vertice tra Conte e i capidelegazione di maggioranza al termine del quale, molto probabilmente, sarà varata la nuova stretta anti-Covid.

Continuano, però, le critiche all’atteggiamento del Governo e all’indecisione degli ultimi giorni. Non sembra esserci una linea chiara, definita e a Palazzo Chigi si alternano idee, proposte, opinioni, ma anche una grande confusione che sembra regnare sovrana. “E’ indecente anche l’algoritmo. La Regione più in difficoltà è il Veneto che è in zona gialla da sempre, ancora oggi. E’ possibile avere queste assurdità in un paese serio?”, ha detto Vincenzo De Luca.

Duro anche sull’eventuale concessione alle persone anziane di andare in famiglia nei 2-3 giorni di feste: “Questo non è un atto di generosità, è un atto di idiozia e di irresponsabilità. Se facciamo venire nelle feste i nostri anziani, nella gran parte dei casi li condanniamo alle terapie intensive a gennaio. Gli atti di amore consistono oggi nel tenerli tranquilli a casa e nel non portarli nelle feste e nei cenoni, che in questo caso non sono atti di amore o generosità, ma di irresponsabilità verso i nostri anziani e i nostri cari“, ha concluso.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. De Luca smettesse di fare polemiche. I presidenti di regione possono inasprire i provvedimenti governativi. Se poi ha qualche dubbio può sempre chiedere ai dirigenti vigili autisti della regione.

  2. Ma perché Lei signor governatore, il primo ministro, e tutte e due le giunte quelle regionali e quelle governative, non andate sulla cima dell’Etna e vi buttate tutti insieme dentro nel “rosso” del fuoco purificatore e vi togliete definitivamente dalla circolazione? A pensare che a questi li ho pure votati, quasi quasi mi ci butterei anch’io ma insieme a loro no, prima loro e poi io.

  3. non fa una piega sto pensiero, rispecchia quello di tutte le persone civili e degne di appartenere al genere umano, a differenza delle fogne melmatiche che prolificano in questa società dove il tutto e’ dovuto e la vita degli altri vale zero.

  4. Se crediamo ancora a Babbo Natale e alla Befana, se crediamo che il cambio della denominazione arbitraria dell’ anno provochi qualche mutamento del tempo, allora ci meritiamo tutto questo. Perché milioni di anni di evoluzione hanno fallito, la magia e la credulità, leciti nei bambini ma non in chi, da adulto, dovrebbe affidarsi alla ragione, non possono essere il modello di vita quando si è nel vortice di una tempesta. Oppure tutti a proclamare: Chi vuole essere lieto, sia, di domani non c è certezza .

  5. De Luca non sa che in Germania la mascherina all’aperto obbligatoria non c’è mai stata, tranne che in pochissime strade affollate dei centri storici tedeschi. I paragoni nel nostro paese delle banane chissà perchè si fanno solo quando conviene… Guardassero i tedeschi piuttosto per quanto riguarda il rispetto del bene pubblico e del vivere in modo civile, quello – chissà perchè- non l’hanno mai preso a paragone.

  6. I nostri anziani. Ma pcchè o nò che età piens e tnè? 20 ann? Guarda che l’anziano sei tu. Hai oltre 70 anni. Pure tu devi restare solo e non vedere i parenti. Ma po sti parient cum t fann a suppurtà io non lo so

  7. Vate corca sei un pappagallo usi sempre gli stessi termini , quei quattro che hai imparato . Scendi dal piedistallo nn sei nessuno

  8. Ma tu non eri quello del lanciafiamme?sei solo chiacchiere e distintivo!!!!! CHIACCHIERE E DISTINTIVO!!!!🤦🏻‍♂️🤣

  9. Ma se non sei d’accordo con le decisioni governative perché non fai un ordinanza restrittiva e chiudi tutto, visto che è nelle tue possibilità?
    Non vuoi prenderti la responsabilità e straparli inveendo su tutti.
    Sempre il solito show per ingannare i cittadini.
    Ma anche gli ebeti parassiti che ti sostengono hanno capito che sei un grande bluff…..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.