Regione Campania: Antonacchio (Cisl Fp Salerno), “Spiraglio per i precari in sanità”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“Approvato nel Documento di Economia e Finanza della Regione Campania l’atto di indirizzo con cui è stata accolta dal consiglio una istanza dei lavoratori precari e delle organizzazioni sindacali. Si è dato indirizzo alla giunta regionale e al Presidente De Luca affinché i contratti a termine dei lavoratori sanitari e socio sanitari abbiano una durata di 36 mesi e che quelli già sottoscritti e in essere vengano adeguati a tale durata”.

E’ quanto afferma in una nota il Segretario Generale della Cisl Fp Salerno, Pietro Antonacchio.

“Questo anche per evitare di perdere ulteriori risorse verso altre regioni che pongono in essere procedure concorsuali più appetibili. Soddisfatta la CISL FP di Salerno guidata da Pietro Antonacchio Segretario Generale della organizzazione sindacale, poiché finalmente si pone attenzione al problema più volte sollevato, anche alla luce che tutte le altre regioni avevano già attivato tali procedure per rendere più appetibili le sottoscrizioni di contratti a tempo determinato”.

“Finalmente la regione ha recepito tale esigenza e con atti concreti si è adoperata a salvaguardia di lavoratori e cittadini e un plauso va a quanti hanno concorso a dare indirizzo chiaro ed inequivocabile per far rimanere i nostri giovani professionisti nella filiera sanitaria territoriale a Salerno e provincia. Ora occorre adeguare gli organici al fabbisogno reale e garantire il mantenimento dei livelli essenziali di assistenza”.

“Altra notizia importate delle ultime ore è il fatto che il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto Milleproroghe che, come promesso dal Ministro Roberto Speranza, contiene lo spostamento al 31.12.2021 del termine per maturare i requisiti per la stabilizzazione dei precari della sanità”.

“Complessivamente i due provvedimenti riguardano circa mille operatori sanitari della nostra provincia, per quanto attiene la trasformazione dei contratti a termine portandoli tutti ai 36 mesi previsti dall’atto di indirizzo, nel mentre oltre un centinaio di questi lavoratori potranno avere la trasformazione dei contratti da tempo determinato ad indeterminato entro il corso dell’anno 2021”.

“Comunque in attesa del provvedimento di recepimento da parte della Direzione Generale Regionale della Tutela ed il Coordinamento del SSR, che aprirà una stagione di confronto territoriale ed aziendale sulla materia, bisogna prendere atto che entrambe le nuove disposizioni hanno una portata importante sul futuro di migliaia di lavoratori sanitari precari della Campania”.

 

 

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.