Salerno: su Fb nasce gruppo genitori a favore della didattica a distanza

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Si va verso un rinvio per l’apertura delle scuole a gennaio in Campania. L’ipotesi più probabile è che il rientro in classe possa avvenire il 15 gennaio, come sta attualmente valutando l’Unità di crisi della Regione.

Il governatore Vincenzo De Luca non ha intenzione di consentire il ritorno sui banchi per gli alunni (comunque con la didattica a distanza al 50%) il prossimo 7 gennaio come prevede il ministro Lucia Azzolina, ma dopo una settimana: questo per verificare gli effetti delle festività sulla curva del contagio.

“L’ipotesi al vaglio è che dal 15 gennaio gli alunni delle scuole della Regione Campania possano tornare gradualmente in classe. Ma ripeto: questa è un’ipotesi che deve essere valutata dall’Unità di crisi”, afferma l’assessore all’Istruzione Lucia Fortini a Il Golfo.

Nel frattempo a Salerno è nato il Gruppo “Genitori Salerno SÌ DAD” sul social Facebook a favore della didattica a distanza. In meno di una settimana oltre 600 adesioni. Fra i fondatori l’ingegnere Antonio Ilardi che insieme all’avvocato Mary Buono ha lanciato l’iniziativa il 20 dicembre scorso

“Il gruppo nasce dalla preoccupazione di tanti genitori per la ripresa della scuola in presenza – scrivono nella presentazione della pagina Facebook -. Tutti siamo consapevoli del valore della didattica in presenza in tempi ordinari. In tempi di Covid, tuttavia, la garanzia per la salute e la stessa continuità delle attività scolastiche possono essere assicurate solo dalla permanenza della modalità della didattica a distanza

CLICCA QUI

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. gente seria e soprattutto piena d’amore per il prossimo, insomma persone degne di appartenere al genere umano

  2. Se continuano a fare l’antigenico che non serve a nulla. I contagiati reali non lo sapremo mai…Non fatelo non serve.

  3. Fate bene, fatevi sentire non è giusto che un genitore, in un momento così delicato, debba essere obbligato a mandare i propri figli a scuola. È assurdo.
    .

  4. gente da ospedale psichiatrico e ignorante, infatti oltre a non capire la truffa covidiota fatta con i test falsi, stanno segregando i propri bambini in casa, a morire di solitudine sul divano. Fino a pochi anni fa sarebbero stati genitori da perdita di patria potestà

  5. Test falsi? Ma lo dici perché l hai letto da qualche parte o perché ti sei imbattuto nelle prove? Cioè perché cosi sembri il classico vaccaro che legge due cassate su internet e si sente il paladino degli scienziati e degli smaschera complotti!

  6. I ragazzi non si infettano a scuola ma quando si aggregano ammucchiandosi a Santa Teresa, a piazza Abate Conforti, alla Rotonda, nelle piazze di Torrione e Mercatello. I genitori no Dad farebbero bene a controllare le uscite dei figli e, possibilmente, anche il consumo degli alcolici.

  7. È giusto che i genitori siano liberi di scegliere tra la didattica in presenza e la didattica a distanza. Le nostre scuole non hanno un sistema di aerazione adeguato e monitorato, dobbiamo poter scegliere in questo momento così delicato.

  8. Vorrei chiamarti imbecille ma non sono il tipo che offende….voglio farti sapere che ci sono tantissimi bimbi che stanno facendo sacrifici e sono in casa da mesi senza vedere neanche un nonno. Quelli che hai visto tu aggregarsi sarà una piccola parte e non per questo dobbiamo sacrificare i sacrifici di tante famiglie che combattono ogni giorno per salvarsi. Pensate prima di scrivere… fate opinione. Purtroppo oggi con tutti questi mezzi di comunicazione parlano davvero tutti.

  9. x 12:31, quelli nonsono sacrifici dei bambini ma torture di genitori, governanti e comitati pseudoscientifici. chiaro?

    x 11:14, infatti, ma loro non ci arrivano perchè sono annebbiati dalla propaganda CovidLove TV

    x 11:03, i test sono falsi per una lunga serie di motivi che altri qui hanno spiegato benissimo tra le tante censure e insulti di idioti analfabeti. Sono falsi in sintesi perchè:

    1.lo studio (Corman-Drosten) che ha creato il test (tampone), non è stato mai revisionato
    2.è stato pubblicato in 24 ore quando in genere ci vogliono mesi
    3.ha limiti CONCETTUALI E LOGICI intrinsechi dovuti alla tecnica PCR che amplifica il campione, e NON è un esame diagnostico oltre a non essere quantitativo
    4.lo stesso creatore, Mullis, premio Nobel ha affermato questo CHIARAMENTE in tanti video: non va usato per diagnosi
    5.il fatto che non va usato per diagnosi sta scritto sullo stesso test! oltre che indicato da OMS, EMA, Ministero. Infatti dicono che va usato assieme ad analisi dei sintomi e altri test.. ma mentre scrivono questo, fanno altro: TUTTO è covid oggi.
    6.i cicli di amplificazione maggiori di 40 hanno FALSI POSITIVI per il 99% (cfr. studio scientifico recentissimo, confrontando tamponi e colture). A 35 cicli i FALSI POSITIVI sono più del 97%. In italia si usa MINIMO 35 cicli, quindi fai tu..
    7.i test sono CENTINAIA nel mondo, tutti diversi e NESSUNO validato secondo “gold standard”
    8.per ammissione del creatore di questo falso test covid, hanno creato un test SENZA AVERE UN VIRUS DISPONIBILE ISOLATO!
    9.la NON DISPONIBILITA di un virus isolato è stata RIBADITA da EMA il 24 aprile e dalla FDA il 24 luglio!

    CI sono altri motivi complicati e tecnici, spiegati bene in uno studio presentato ufficilmente all’EMA per chiedere il RITIRO IMMEDIATO di questi falsi test. Se tu invece di offendere e dire sciocchezze avessi speso un minuto per informarti lo avresti saputo.
    Ad ogni modo adesso puoi informarti, ti ho dato varie informazioni da cui partire

  10. per il signore delle 12,31. I bimbi non sono in dad. In dad ci sono le superiori e le medie. Quelli che si ammucchiano, e sono in tanti, sono studenti delle superiori.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.