Tariffe luce e gas: il Codacons ricorre al Tar contro i rincari

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Contro i rincari delle tariffe luce e gas decisi ieri da Arera, il Codacons prepara un ricorso al Tar della Lombardia che sarà depositato nei prossimi giorni. Alla base del ricorso dell’associazione – che già nel 2016 fece sospendere dal Tar gli aumenti delle bollette elettriche – la palese irragionevolezza degli incrementi tariffari, che potrebbero essere causati da speculazioni sui mercati all’ingrosso, vietate dal nostro ordinamento.
Nel giustificare il rialzo delle tariffe di luce e gas, Arera parla esplicitamente di “aumenti legati alla crescita delle quotazioni delle materie prime energetiche” e “alte quotazioni delle materie prime all’ingrosso, tornate sui livelli di un anno fa”. Incrementi dei listini che contrastano nettamente con l’andamento dei consumi energetici, che nel 2020 sono calati complessivamente in Italia del -41% (fonte Unem), con la domanda elettrica che ha registrato un calo complessivo prossimo al -6%, mentre i consumi di gas sono calati mediamente del -7%.
Il rischio concreto – spiega il Codacons – è che gli operatori all’ingrosso abbiano speculato sui prezzi energetici per rifarsi dei minori guadagni legati al crollo dei consumi registrato nel 2020, realizzando un illecito che potrebbe bloccare i rincari di luce e gas decisi ieri dall’Autorità.
Altro aspetto su cui punta il ricorso del Codacons è quello degli oneri di sistema. Nonostante le difficoltà economiche che interessano milioni di famiglie impoverite dall’emergenza sanitaria, Arera, con l’ultimo aggiornamento tariffario, ha avvisato che a causa della riduzione dei volumi nel 2020, per l’elettricità saranno “inevitabili manovre di aggiustamento al rialzo” degli oneri di sistema, mentre per il gas ha provveduto ad un incremento immediato degli oneri del +0,1%.
Balzelli che, assieme alle varie imposte che gravano sulle bollette, appesantiscono la spesa energetica delle famiglie, al punto che oggi gli italiani pagano il 34% di tasse su ogni bolletta della luce, e addirittura il 44,2% su quella del gas.
Per tale motivo nel ricorso al Tar della Lombardia il Codacons chiederà anche un taglio degli oneri di sistema per tutto il 2021, poiché la riduzione dei consumi energetici causata dal Covid non può essere scaricata sui consumatori finali attraverso un incremento della pressione fiscale.
Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.