Salerno: primo giorno dell’anno in zona rossa. Ecco cosa accade da domenica

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Anche in serata Salerno rispetta la zona rossa con pochissime persone in strada. Primo giorno dell’anno ancora con le restrizioni che riguardano tutta Italia che tradotto significa limiti più stretti alla libertà di movimento e serrata per bar, ristoranti e per tutti i negozi che non vendono beni di prima necessità.

Per tornare a respirare un po’ bisognerà aspettare fino a lunedì, quando torneremo in zona arancione. Ma la tregua durerà poco: martedì e mercoledì (Epifania) altra stretta con l’ultima – si spera – edizione della zona rossa.

SPOSTAMENTI VIETATI
Stop agli spostamenti. Se non per ragioni di lavoro, salute o urgenza è vietato muoversi, anche all’interno del proprio comune, e chi dovrà uscire di casa avrà l’obbligo, se fermato dalle forze dell’ordine, di esibire l’autocertificazione per giustificare lo spostamento.

Resta in vigore la deroga che permette, anche nei giorni di zona rossa, di andare a trovare amici o parenti, ma solo per uno spostamento al giorno. A potersi muovere saranno un massimo di due persone, eventualmente accompagnate da minori di 14 anni o da disabili conviventi.
Nessuno può uscire di casa (salvo per lavoro, salute o urgenza) tra le 22 e le 5: il divieto vale sia in zona rossa che in zona arancione.

SI RESTA IN PAESE
Con l’entrata in vigore della zona rossa viene azzerata la possibilità, per chi abita in un comune sotto i 5mila abitanti, di spostarsi in un altro comune o in un’altra regione, restando però sempre entro i 30 km dal confine comunale.

NEGOZI CHIUSI
Tempi duri per il commercio. Fino a domenica e poi ancora martedì e mercoledì i negozi che non vendono beni di prima necessità dovranno restare chiusi al pubblico, ma potranno fare le consegne a domicilio, come viene spiegato sul sito del Governo. Sono chiusi i centri commerciali, mentre rimangono aperte farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccai.

BAR E RISTORANTI
In zona rossa, i ristoranti, i bar e altre attività come pasticcerie e gelaterie possono restare aperte solo per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22. Le consegne a domicilio sono invece sempre possibili.

SECONDE CASE
Sul sito del Governo viene ricordato che «nel periodo compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde case sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22, all’interno della propria regione e sempre vietati verso le altre regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente».

SPORT E PASSEGGIATE
Anche in zona rossa si può uscire di casa per fare sport, ma solo in forma individuale e nei pressi della propria abitazione, dato che sono sempre vietati gli assembramenti. È anche consentito uscire per fare quattro passi, ma restando vicino a casa.

MULTE PER I TRASGRESSORI
Chi si mette in viaggio senza un valido motivo o chi organizza feste in cui si è tutti ammassati, rischia di pagare caro la voglia di trasgredire le rigide regole anti-Covid. Per i trasgressori, il decreto Natale conferma sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 400 ad un massimo di 1.000 euro. La sanzione può essere aumentata fino a un terzo se la violazione avviene a bordo di un veicolo. Quindi, prima di uscire di casa, è meglio chiedersi se sia veramente necessario.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Speriamo che la redazione faccia luce su questa sentenza del Tribunale di Roma del 16/12/20 secondo cui le ordinanze regionali essendo atti amministrativi sono illegittime se limitano le libertà costituzionali

    “..In conclusione, solo un decreto legislativo, emanato in stretta osservanza di una legge delega, può contenere norme aventi forza di legge, ma giammai un atto amministrativo, come le Ordinanze sindacali o regionali od il DPCM, ancorché emanati sulla base di una delega concessa da un decreto-legge tempestivamente convertito in legge. Da ciò discende la illegittimità delle disposizioni ..”

  2. Che ho un suocero novantaduenne che ha bisogno di assitenza,che ho il vizio di fumare,e quindi
    cercherò di procurarmi delle sigarette ed andare a vedere il mare….
    io una vita ho e non me la faccio fottere!

  3. x Cosa accade?…
    Anche io ho una sola e non me la faccio fottere da uno come te che non se ne fotte. Stai certo che se dovessi vederti ti fottere io con una denuncia immediata per mancato rispetto delle regole (che esistono perché esistono soggetti come te), per potenziale diffusione di pandemia ed istigazione alla disobbedienza.
    Il rispetto degli altri (se mai tu sapessi che esistono anche gli altri oltre il tuo egoismo) parte innanzitutto da sé stessi e si evolve nel rispetto delle regole.

  4. hanno disastrato un italia economica e tra poco vedremo la rivoluzione appena scadranno il blocco ai licenziamenti per colpa di quattro stronzi al governo che non sanno che cazzo fare,siamo indietro a tutti nei vaccini,non abbiamo piani fattibili non di chiacchiere di conte-speranza-arcuri ma piani attuabili,abbiamo zone rosse che non servono a niente,al governo quei quattro stracciaroli litigano per il potere e se ne fottono della nazione che muore,ma di cosa parliamo? io sto chiuso e gli immigrati scorazzano ovunque……a loro la multa non la fanno? e poi il covid per non prenderlo vi dovete mettere sotto una campana di vetro perche’ anche a fare la spesa si rischia,quindi fateci vivere e non rompete.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.