Nuovo Dpcm gennaio: ristoranti, palestre, spostamenti. I divieti dal 16

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
Le nuove misure per contenere la terza ondata arriveranno con il nuovo Dpcm, che entrerà in vigore a partire dal 16 gennaio, in cui sarà previsto il divieto di spostamento anche tra le regioni in zona gialla. A partire da domani Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto entreranno in fascia arancione, quindi con bar e ristoranti chiusi, didattica a distanza per le scuole superiori e divieto di uscire dal proprio Comune, fatta eccezione per gli spostamenti da quelli con popolazione fino a 5 mila abitanti per un raggio di 30 chilometri dai confini.

Con le modifiche introdotte nel decreto del 5 gennaio (che resteranno in vigore fino al 15 gennaio), circa  l’abbassamento della soglia dell’indice Rt che determina il posizionamento nelle fasce, altre 5 regioni entreranno in zona arancione. Con un indice superiore a 1,25 si passa in zona rossa, invece con rt ad 1 si va in arancione.

Il nuovo Dpcm
È il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia a confermare che «con il sistema delle fasce teniamo il Paese in sicurezza ed evitiamo il lockdown». Ma la decisione di aggiungere nuove restrizioni a quelle già previste dal sistema delle fasce è già stata presa e sarà messa a punto nei prossimi giorni il governo scriverà il nuovoDpcm in vigore dal 16 gennaio.

Confini regionali
È la misura che i rigoristi all’interno dell’esecutivo ritengono più efficace. Impedisce la circolazione tra le Regioni – anche quelle in fascia gialla – se non per motivi di lavoro, salute, urgenza. Vuol dire che non si può andare nelle seconde case, oppure fare gite oltre i propri confini.

Comuni e visite

Nelle regioni arancioni dovrebbe essere prevista la deroga che consente a chi abita nei comuni con un massimo di 5.000 abitanti di spostarsi, ma solo in un raggio di 30 chilometri e senza andare nei capoluoghi di provincia. In quelle rosse si pensa invece di consentire le visite a parenti e amici a due adulti con minori di 14 anni e persone disabili per fare visita a parenti e amici.

Bar e ristoranti

Sembra invece confermata la scelta di mantenere anche nelle regioni gialle la chiusura dei ristoranti e bar alle 18, consentendo dopo questo orario soltanto l’asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio. Su questo la discussione è comunque ancora in corso anche con le associazioni di categoria.

Palestre e piscine
Nei prossimi giorni arriveranno le nuove linee guida per piscine e palestre. Il confronto tra il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora e il Cts mira a consentire l’apertura almeno per le lezioni individuali.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. Levamm a’ miezz…si è capito,perchè non si sà quello che c’è da fare.
    Ma con le tasse ed i pagamenti,poi,come la mettiamo?
    P.S:Non sono ne un ristoratore,nè un barista,e tantomeno un titolare di palestre…
    Ma semplicemte un disoccupato(suo malgrado)che si è rotto il c…di tutte queste
    inefficienze

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.