Dramma in Campania, troppi debiti e lavoro azzerato: fotografo si suicida

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Profonda commozione a Napoli per la morte di Umberto Sbrescia che si è suicidato nel suo negozio di fotografia alle spalle di piazza Garibaldi. In un biglietto ai familiari – vicenda riferita da Corriere della Sera e Repubblica Napoli – chiede loro di lasciare la città e implora lo Stato a non rivalersi sui suoi congiunti per i debiti maturati (forse temendo cartelle esattoriali per imposte).

E’ andato di mattina nel suo negozio, poi non si è ritirato a casa per pranzo. La famiglia ha chiesto l’intervento della Polizia. Quando è stata aperta la porta del locale la scoperta del corpo senza vita di Sbrescia che si era impiccato. Poi il ritrovamento del biglietto.
Il negoziante, 66 anni, era uno dei tanti operatori del settore pesantemente penalizzati dalla pandemia che in questi mesi ha di fatto azzerato gli incassi legati all’indotto delle cerimonie e dell’allestimento di set facendo crescere, per diversi operatori, anche le pendenze economiche nei confronti dei fornitori. Sbrescia aveva ereditato l’attività dal padre nel 1958 e l’aveva portata avanti con particolare attenzione alla cura del cliente con il quale si instaurava spesso un rapporto amichevole, come riferiscono i tanti che lo hanno conosciuto.
(ANSA).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Chiudiamo tutto: Questi sono i risultati. Questo pure lo contiamo come Covid? A quelli che vogliono tutto chiuso, una piccola domanda: Vi fate un pò schifo?

  2. È solo l’inizio…grazie alle politiche di chiusura totale ne avremo a migliaia…ora interverranno i soliti beoti della chiusura totale(dipendenti pubblici e percettori del rdc) che se ne fottono degli altri!

  3. Il povero fotografo invita i figli a fuggire da Napoli. Lo stesso invito che viene fatto insistentemente da secoli, che occorrerebbe estendere a tutta la Campania e forse a tutto il sud Italia. Il degrado civile che c’è da noi non c’è nelle città asiatiche e africane che ho avuto modo di visitare. Il degrado è tanto maggiore quanto minore è il desiderio di progredire. La pandemia ha solo accelerato il colpo di grazia. Prego per lui e per i suoi figli

  4. Runner, testicolone… ogni tanto riemergi. Se non si fosse chiuso tutto, di suicidi come questi ne avremmo visti a decine. È così difficile da capire per te, beota museruolato dalla retorica negazionista?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.