Le nuove frontiere della connettività (di Tony Ardito)

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
La pandemia ha accelerato e moltiplicato la domanda di connettività ed imposto nuove abitudini ai nostri sistemi di vita e di lavoro.

L’anno appena iniziato vedrà una crescente varietà nelle modalità di utilizzo per il fixed wireless, implementate da fornitori di servizi, imprese, operatori di telefonia mobile e istituzioni governative.

Nessuna singola tecnologia wireless è in grado di supportare al meglio tutte le applicazioni, lo spettro disponibile e i finanziamenti sono risorse scarse, ragione per la quale i principali operatori di rete a banda larga implementeranno un mix di diverse soluzioni wireless per personalizzare la rete dal punto di origine sino all’accesso Wi-Fi e creare perciò una rete costruita in funzione degli scopi specifici prefissati. In tal modo sarà possibile ottenere la migliore leva dallo spettro disponibile, fornendo al contempo una solida infrastruttura che soddisfi i clienti finali.

Il lavoro a distanza non sparirà: durante questo periodo, lavoratori e aziende hanno compreso che una buona percentuale di dipendenti può essere altrettanto produttiva operando da casa. Per il settore wireless ciò vuol dire che la richiesta di larghezza di banda per una connettività da casa prospererà.

La tecnologia wireless a onde millimetriche potenzierà la connettività in tutte le aree del centro città, non solo in metropoli quali Barcellona, Milano o Chicago, ma pure nei centri delle città nelle aree rurali e suburbane.

Nel 2021 almeno tre Paesi con regioni densamente popolate seguiranno l’esempio degli Stati Uniti, annunciando propri metodi di condivisione dello spettro. Le zone rurali saranno mete per famiglie interessate a stabilirsi in spazi green con costi contenuti e, dunque, ad essere molto interessanti per i fornitori di servizi a banda larga.

Cresceranno le reti private: guardando l’elenco delle aziende che han fatto offerte per lo spettro dell’ultima asta CBRS (Citizens Broadband Radio Service), troviamo le tipologie di aziende che ci aspettiamo, compagnie via cavo e satellitari.

Senza dubbio, il 2020 ha mostrato come le comunicazioni wireless siano state capaci di espandersi rapidamente per soddisfare la domanda di connettività in risposta alla pandemia. Pare evidente che nel 2021 molti di questi cambiamenti diventeranno permanenti e prepareranno il terreno per opportunità future. Il wireless outdoor sicuro compare, indiscutibilmente, fra le esigenze del momento.

Tony Ardito

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.