Scuola, Salerno si spacca. Ilardi: “Contagi ripresi”. Amarante: “Dad fa danni”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
13
Stampa
Il fronte è sempre più spaccato, anche a Salerno. Genitori, docenti, studenti sono divisi tra favorevoli e contrari alla didattica a distanza. Abbiamo preso, come portavoce, delle due posizioni estreme, l’imprenditore Antonio Ilardi (favorevole alla Dad) e la professoressa Licia Amarante (sostenitrice della ripresa delle lezioni in aula. In un post, pubblicato sul suo profilo Facebook, Ilardi scrive: “Casi di Covid nelle scuole dell’infanzia ad Eboli e Nocera Inferiore. Dopo appena 3 giorni: irresponsabile riaprire le scuole”. Licia Amarante, in un’intervista riportata dal quotidiano “Le Cronache”, sostiene esattamente il contrario: “Serve riaprire le scuole. I ragazzi stanno subendo un danno psicologico: ora basta con la Dad”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

13 COMMENTI

  1. Che se le tenevano aperte da ottobre novembre il problema era risolto….un positivo ogni classe, qualche nonnino morto in più e la storia era finita!
    Esiste un bilanciamento di interessi, queste tutele richieste sono lo specchio di una società senza valori con diritti a tutti costi.
    Allora nella mia vita ho incontrato centinaia di reduci della prima e seconda guerra mondiale, gente che ha fatto la prigionia vera e subito torture, problemi psicologici zero!
    Anzi grazie a loro che abbiamo le scuole libere ed accessibili a tutti, ed oggi che ci si chiede di fare sacrifici per loro ….scuola aperta a tutti i costi….ah la STORIA!
    A scuola in questo momento con la Dad si devono inculcare due concetti…. RESPONSABILITÀ E SOLIDARIETÀ!

  2. Possibile che anche su questo delicatissimo problema si debba ragionare imprigionati nella logica degli schieramenti? Massima attenzione a ridurre le occasioni di diffusione del virus, è un principio che deve a tutti costi trovare un equilibrio con il diritto dei ragazzi allo studio e alla socialità. Fino a quando possiamo andare avanti con la DAD, che è nel lungo periodo una finta scuola?

  3. Genitori che si preoccupano per i figli VS genitori che li fanno e pure di più ma poi se li vogliono togliere dai piedi(però l’assegno per i 3 figli è buono).

  4. Ignorante Ilardi! Qual e’ la connessione scientifica, considerando i tempi di incubazione, che in 3 giorni i contagi siano dovuti alle scuole? Forse questi sono i contagi delle feste, no?

    Pregiudizio ed ignoranza regnano sovrani

  5. Sorgono in classe con la mascherina senza poter parlare con i compagni, toccarli, scambiarsi penne e colori senza poter condividere un sorriso, una risata senza poter gustare insieme una merenda. Ma dovendosi guardare le spalle in continuazione, disinfettarsi le mani e morire di freddo con le finestre aperte. Ba! Me la chiamate socializzazione?

  6. Irresponsabili tutti quelli che non si rendono conto che bisogna fare un altro pò di sacrificio.
    La dad funziona bene e per fortuna che oggi c’è questo strumento.

  7. Basta aprite le scuole è una vergogna. Siamo l’unica regione al mondo. Gli studenti campani sono gli unici a pagare veramente il peso delle restrizioni. Vedo vecchi in giro senza motivo, sulle panchine, al bar ma non posso vedere ragazzi andare a scuola che schifo.

  8. Gentile Sig. Francesco, siamo perfettamente consapevoli che il virus non sorga sotto la cattedra, come del resto non nasce sotto la sedia di un ristorante o sotto una tazzina di caffè al bar. Il virus e’ trasportato dagli esseri umani e le aule scolastiche, quali ambienti chiusi, di ampiezza contenuta, privi di ventilazione e a prolungata permanenza, rappresentano l’ambiente ideale per trasmettere dei contagi, creando una catena che coinvolge studenti, loro familiari, ascendenti da essi accuditi, docenti e loro famiglie. Tutto sommato, quindi, è preferibile qualche mese ancora in dad (che assicura la continuità dell’istruzione) anziché rischiare decine di vite umane. Mi auguro potrà convenirne. Cordialità. Antonio Ilardi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.