Scuola, la raccomandazione di De Luca: i genitori possono scegliere la DAD

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
9
Stampa
In vista del ritorno in classe per le superiori della Campania al primo febbraio, imposto dal Tar Campania, il governatore della Regione Vincenzo De Luca emana il seguente «atto di raccomandazione e richiamo»:

raccomanda ai dirigenti scolastici «di adottare misure di massima prudenza nella organizzazione delle attività scolastiche, assicurando in particolare: che la presenza in aula delle singole classi sia disposta in misura non superiore al 50 per cento (misura minima prevista dal DPCM 14 gennaio 2021), assicurando il collegamento on line da parte della restante platea scolastica, preferibilmente in modalità sincrona; che venga consentito ai genitori degli alunni, nel rispetto della misura sopra prevista, di optare per la fruizione della didattica a distanza; che in ogni caso venga disposta, su richiesta, la fruizione dell’attività didattica a distanza agli alunni con situazioni di fragilità del sistema immunitario, proprie ovvero di persone conviventi, o comunque sulla base di esigenze adeguatamente motivate; che non venga differenziato l’orario di ingresso degli alunni, assicurando piuttosto il rispetto dei limiti percentuali di presenza in aula degli alunni medesimi attraverso adeguate misure di rotazione».

De Luca infine «richiama i dirigenti scolastici all’obbligo di rispetto dei requisiti generali di sicurezza nonché alla puntuale attuazione dei rispettivi Piani di sicurezza anti-covid e alle responsabilità connesse all’eventuale inosservanza» dei piani.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

9 COMMENTI

  1. Questo pensa di stare a NY, ma le ha mai viste le scuole di frontiera dove non ci sono nemmeno le sedie per sedersi, figurarsi i PC per collegarsi.
    Detto questo si rende conto cosa vorrebbe dire per un’insegnante che lavora su cinque classi, presenza e DAD mista? No altrimenti non lo avrebbe nemmeno pensato.
    Insomma scuola in presenza o DAD non esiste metà e metà, questa è la verità.

  2. Certamente presidente,i genitori possono scegliere la didattica integrata mentre il personale docente non può scegliere … dobbiamo rientrare senza alcuna tutela…mi chiedo che fine abbia fatto il sindacato…

  3. Cenzì mi avevo preoccupato che mi dovevo scetare ambress pe fortuna però ho già detto a papà che devo restare a casa altrimenti chi gliela joca la bulletta? Da quando piglia il reddito di cittadinanza joca malamente e mo con i circoletti chiusi devo giocare io per lui perché lui è un poco ignorante.

  4. Te lo spiego io cos’è la dad. La dad è studio. Tanto studio e attenzione. In dad si studia per se stessi, per imparare non per i prof. CHI VUOLE STUDIA SEMPRE OVUNQUE E COMUNQUE.

  5. x Anna
    da quanto posso capire lei è un insegnante
    ma tutti quelli che sono obbligati a lavorare per mangiare che tutele hanno?
    Io e mia moglie andiamo a lavorare tutti i giorni non facciamo smart working e per tutelarci dobbiamo acquistare I DPI ( mascherine e quant’altro) .
    Bisogna tornare tutti in presenza. Gli orari differenziati e la DAD hanno creato sono disagi agli alunni e confusione per le famiglie.
    Quindi non vi lamentate fate come gli altri andate a lavorare. Il covid non contagia solo voi.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.