Fasce orarie e didattica, i presidi campani: “Sulla Dad non decidono i genitori”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Sul gran caos che i è creato intorno al rientro a scuola nella nostra regione degli studenti delle Superiori, si registra l’intervento di Francesco De Rosa, presidente campano dell’Associazione nazionale presidi. In un intervista rilasciata al quotidiano “Il Mattino, il dirigente scolastico ha affermato: «Due fasce orarie: c’è bisogno di chiarezza. Sulla Dad non possono decidere i genitori»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Purtroppo i genitori devono capire che col covid non si scherza. È un virus infido e aprire le scuole significa creare assembramenti in spazi chiusi per ore e ore. Oramai la DAD è avviata e cerchiamo di portarla avanti fino a giugno per il benessere di tutti noi e dei nostri cari, soprattutto Quelli anziani e fragili

  2. Molti genitori non vogliono tenere i figli a casa e molti dirigenti sono impreparati ad affrontare l’emergenza non avendo programmato alcunché o male. Soprattutto in quegli istituti scolastici affollati con strutture inadeguate.

  3. Le scuole aperte quando c è una valida alternativa sono una follia. Purtroppo ci sono troppi negazionisti e troppe persone superficiali:GENITORI CHE MANDANO A SCUOLA I FIGLI CON LA FEBBRE E CON SINTOMI INFLUENZALI, e i casi sono tanti. COME CI DOBBIAMO SALVARE, PRIMA O POI TOCCHERÀ A TUTTI

  4. Tante persone sono completamente asintomatiche, senza neppure la febbre. Sapete che significa? I controlli sono pressoché inutili

  5. Le notizie che abbiamo noi che siamo nella scuola non sono confortanti e il dramma è che vengono riportate sottodimensionate. Speriamo che De Luca intervenga con maggiore determinazione, perchè come riapriranno le superiori, con i ragazzi che viaggiano, si scatenerà un bel problema, inutile girarci intorno. Nella mia scuola sono molti i genitori che vengono a fare richiesta di DaD perchè non vogliono far viaggiare i figli, vista al qualità dei trasporti. Gli orari differenziati che vogliono far fare i dirigenti scolastici non risolvono il problema, anzi lo moltiplicano per due.

  6. Mai più dad. Una rovina che ha creato danni irreparabili. Chi la vuole vada a fare le lezioni dal suo idolo de luca e lasci stare in pace chi non la vuole. Chi è contrario alla presenza la smetta di offendere e dire baggianate e soprattutto di voler condizionare e obbligare la scuola e gli altri a cambiare l’unico e vero modo di fare scuola ovvero in presenza. Siete liberi di pensarla come volete ma non potete condizionare e decidere voi cosa si debba fare perché la scuola è in presenza ed obbligatoria.

  7. L’ultimo commento è proprio una cavolata!! Nessun ragazzo va a scuola con la febbre e certo tra poco la pandemia finirà!!

  8. Cari presidi, siete I-N-C-A-P-A-C-I, solo per questo non vi va bene la DaD parziale.
    Non siete in grado di allestire un sistema misto presenza-remoto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.