Superiori, fuga di studenti: 550 richiese di Dad. I presidi: De Luca ha creato il caos

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
19
Stampa
Fuga di studenti dalle superiori: 550 famiglie salernitane – come titola il quotidiano “Il Mattino” – scelgono la Dad per i loro figli. Una raffica di richieste di didattica a distanza travolge le segreterie delle scuole superiori. Presidi in difficoltà il giorno dopo la pubblicazione delle raccomandazioni firmate da Vincenzo De Luca che apre alla possibilità per le famiglie degli studenti di richiedere la formula della didattica on line. «Il governatore ha creato il caos».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

19 COMMENTI

  1. il caos lo ha creato il CTS che improvvisamente ha cambiato idea sulle scuole. Il mio pronostico è che resteranno aperte al massimo un mese. Poi torneremo al lockdown come l’anno scorso

  2. il caos lo ha creato anche la sentenza del TAR, che nel merito deciderà il 2 febbraio. Il TAR però resta chiuso fino al 30/04/2021. Parafrasando i critici del coprifuoco si potrebbe affermare: il virus circola begli uffici pubblici, tranne che nelle scuole.

  3. Pensa di avere tutti sotto lo schiaffo ma nn ha capito che ci fa un baffo , ormai lo schifano tutti a parte i lecchini in attesa di lavoro

  4. Ha ragione De Luca, ognuno decida per se.

    A chi piace fare lo spavaldo, che mandi i suoi di pargoli in presenza e tanti saluti ai nonni.

  5. Come sempre De Luca fa confusione e spara cavolate!! Come si può dire alle famiglie di scegliere tra l’attività in presenza o la Dad? Ma chi è costui? Il boss della nostra regione?
    Si vergogni e si dimetta!!

  6. Solo ora vi accorgete che De Luca crea caos , che quando le cose vanno male la colpa non è mai sua ,ricordatelo quando andate a votare non fatevi abbagliare gli occhi dalle luci d’artista.

  7. Condivido l’analisi. Noi che stiamo nella scuola sappiamo che vi sono molti più casi di quelli che si sanno, anche perchè i presidi li nascondono anche al restante personale, invocando la privacy. La realtà è che tranne qualche preside savio e figlio di lunga esperienza, la maggior parte è costituita da giovani di belle speranze che si sentono emergenti e pertanto mettono a rischio il personale docente e ATA, tanto loro si chiudono nelle presidenze, mica girano per le classi.

  8. Concordo. è vergognoso tutto quello fatto da de luca in campania. dalla presa di posizione sulla chiusura (fatta per puro pretesto politico e motivazioni personali e ideologiche costruite senza dati reali e senza motivazioni scientifiche valide a supporto anzi è ampiamente dimostrato il vontrario); alle imposizioni illegittime lesive di diritti fondamentali e di libertà; allo scandaloso terrorismo mediatico esercitato ogni volta che apre bocca volte a spaventare ingiustamente la gente e cercare di avallare le sue assurde tesi e far nascere nuovi ingenui fans; alla negligenza e incapacità dimostrata non ha fatto niente prima dell’apertura e ancora tutt’oggi (trasporti etc) sa solo chiudere senza fare niente per cercare di mantenere questo servizio fondamentale; alle frottole raccontate senza motivazioni valide; al caos creato dai suoi consigli e messaggi impropri.

  9. La gente si salva con l’economia, caro il mio dipendente pubblico. Ti arriva lo stipendio fisso a fine mese eh?

  10. De Luca non ha creato alcun caos, quello che avete nelle vostre menti bacate. Ha semplicemente dato alle famiglie l’opportunità di scegliere se mandare i propri figli a scuola o fargli continuare a seguire le lezioni a distanza, scelta che ,visto il momento storico, appare la più saggia. E non strumentalizzate i ragazzi, perché nessuno di loro ha piacere di ritornare in classe, non diciamo idiozie: fossi io un ragazzo e mi dicessero di scegliere tra lo stare in classe o a casa cosa potrei mai scegliere? Il problema della didattica in presenza è reale solo per le scuole elementari e al massimo per le prime delle medie, dove risulterebbe davvero difficile tenere un bambino per diverse ore davanti ad un computer. Ci preoccupiamo della scuola, che può tranquillamente amdare avanti a distanza e non ci preoccupiamo di quelle attività e di quegli esercenti già sul lastrico che continueranno a pagare l’aumento dei contagi provocato dalla scellerata ed inutile totale apertura delle scuole. Pubblicate ogni tanto i commenti, date voce sempre ai soliti quattro idioti.

  11. Il caos lo create voi PRESIDI che, nel 2021, NON SIETE CAPACI di mettere in pedi un sistema di DaD, che in molte scuole, pubbliche e private, esiste da almeno 15 anni.
    Aggiungo che, grazie ai bandi che si sprecano, nn è un problema di fondi ma di INCAPACITA’ GESTIONALE.

  12. Meglio la didattica a distanza piuttosto che mandare i ragazzi sugli autobus tipo carri bestiame. Preferisco la dad sicuramente e più sicura, mandateci i vostri figli a scuola, io dico NO.

  13. Un consiglio x De Luca aprire le scuole e incrementare i mezzi pubblici. Il problema è questo ma forse lui non lo capisce.

  14. Chiude le scuole e giù critiche, ricorsi e stronsate varie. Le riapre e manco va bene, dà consigli, non personali ma da chi ha responsabilità (piaccia o meno e così) e rompete. Popolo di depressi

  15. È un anticipo di quello che sarà il futuro della didattica e non solo… Un giorno qualcuno si chiederà perchè devo recarmi fisicamente a scuola quando posso seguire e interagire a distanza? Perchè devo assistere e seguire le lezioni del prof X e non scegliere le lezioni di Y? Perchè non la possibilità di iscriversi ad aule virtuali che possono essere seguite non da venti ma da un numero innumerevole di studenti in cui ad es. la lezione appena trattata può alimentare una chat un forum di confronto e di approfondimento fra gli studenti? Potrebbero passare decenni, interverranno sociologi, portatori di interessi di categoria, economisti, ma le prime avvisaglie del futuro stanno già bussando alla porta

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.