Carnevale e San Valentino, De Luca pensa ad un’ordinanza anti-movida

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
16
Stampa
I rischi sono concentrati in 10 giorni di calendario della seconda settimana di febbraio: l’11 è giovedì grasso, il 14 febbraio è domenica di Carnevale ma è anche San Valentino, il giorno degli innamorati.

Infine, martedì grasso, il 16 febbraio, ovvero l’ultimo giorno di Carnevale. In altri tempi giorni di spensieratezza, di felicità e trionfo dell’allegria – coi bimbi in giro  coi genitori per lo struscio coi coriandoli, travestiti  da personaggi d’ogni tipo.

E poi, gioia anche per i più grandi, per gli innamorati, con San Valentino e dunque l’occasione per una gita fuori porta, un pranzo all’aria aperta, una passeggiata o una romantica cena. Lo scrive Ciro Pellegrino su FanPage.it

Purtroppo sappiamo da tempo che il 2021 non sarà come gli altri anni: il Coronavirus fa ancora contagi e morti ogni giorno e non è il caso che gli appuntamenti sul calendario suggeriscano “rilassatezze” nel già precario sistema di regole anti-assembramento messo in piedi ormai un anno fa per evitare il dilagare del contagio da Covid-19. Contagio che, purtroppo, è ancor più facile oggi se si prendono in considerazione le varianti del virus.

Le cose stanno così: in Campania il presidente della Regione Vincenzo De Luca sta prendendo in considerazione una nuova ordinanza restrittiva, limitata al fine settimana di Carnevale e San Valentino 2021, allo scopo di arginare la possibilità che si riversi una ondata di gente in strada.

La questione non è stata ancora definita in Unità di Crisi e De Luca non ne ha ancora parlato per due motivi: il primo è capire la prossima settimana come sarà la curva dei contagi, se in lenta salita come ora o se avrà una impennata (al momento siamo in area gialla e il nostro Rt è 0,97).

La motivazione basata sui dati epidemiologici è necessaria per motivare adeguatamente l’ordinanza e scongiurare i ricorsi al Tar.
Il secondo fattore è, ovviamente capire quali misure adottare, tenendo conto che è già operativo il coprifuoco dalle ore 22 e che ad oggi i locali già chiudono alle ore 18.

Una cosa è certa: il problema si pone, eccome. Nel Napoletano grossi centri come Torre Annunziata sono dovuti ricorrere a ordinanze sindacali d’urgenza per chiudere tutto e cercare di frenare i focolai diffusi.

Nel capoluogo campano sono stati documentati proprio nelle ultime ore clamorosi casi di violazione delle norme anti-assembramento: ai Quartieri Spagnoli e al Rione Sanità polizia e carabinieri hanno fermato feste di compleanno e festini con decine di studenti.

L’obiettivo della Regione Campania è evitare di arrivare a marzo con una situazione epidemiologica severa e con un alto livello di stress delle strutture ospedaliere, fattori che potrebbero minare il piano vaccinale già reso difficile dalla scarsità di dosi che stanno giungendo in Italia.

Fonte FanPage.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

16 COMMENTI

  1. Chiudi tutto, tanto i ragazzi si incontreranno altrove, magari in qualche posto isolato o in qualche casa privata. Continua a fare proclami, giusto per nascondere i tuoi fallimenti. Piero, Roberto, per piacere, stategli vicino

  2. A testa altaaa!!!!
    Avanti con renziìii!!!!
    Fogne…..popolo di fogne
    paesone di delinquenti…..ricchioni….puttane…e ricottari…
    Feccia rossa

  3. Si facciano più controlli, i proclami politicanti in questo momento non servono le passarelle televisive stanno risultando inutili. Facciamo lavorare a chi paghiamo con le nostre tasse

  4. Bravo zio Vincenzo, chiudili in casa questi bimbiminkia figli di papà che vorrei vedere se ci fosse un coprifuoco con bombardamenti notturni, voglio vedere se escono a fare lo struscio. Io sto a casa, dormo e mi riposo, e fateci lavorare che le bollette altrimenti le facciamo pagare ai genitori dei bimbiminkia.

  5. sbrigati a farla perchè purtroppo la mamma dei cretini è sempre incinta. Confidiamo in te non deluderci

  6. Fai bene .ragazzi gia falliti come i genitori .bicchieri in mano come fosse segno non so di cosa ….falliti ..genitori che campano ancora sulle spalle dei genitori.. l economia di Salerno : i pensionati poveri nonni..andate a lavorare ..mariti e mogli..

  7. Congiuntamente si potrebbe fare un’ordinanza che riduca di almeno il 20% lo stipendio dei dipendenti regionali, che annulli le indennità, rimborsi e diarie.
    Sarebbe un bel segnale dimostrativo che potrebbe essere ripreso a livello nazionale.
    I soldi risparmiati potrebbero essere utilizzati per aiutare chi è realmente in difficoltà…….

  8. Ritorna al tuo posto come hai fatto tutta L estate , poi sei comparso x pararti col vaccino e mo vorresti rimettere la testa fuori dal sacco. Ma guardati allo specchio sei un povero opportunista , una regione con un po’ di cultura nn ti avrebbe mai votato

  9. … per Salernitani.: … vorrei farti capire se fosse possibile di persona vis a vis, che tua sorella, la tua ragazza, tua madre… non so sono mai lamentate dei SALERNITANI. Forse, tu credi che qualcuno ha la cura per te e… non vue dartela… ‼️ Invece, non è così, nessuno ti sta negando l’aiuto di cui hai urgente bisogno, ma credo che tu sia affetto da un male inculabile.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.