Italia in zona gialla: ecco cosa si può fare e cosa no

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Nelle regioni ‘gialle’ sarà consentito muoversi liberamente tra i comuni ma sarà ancora vietato, fino al 15 febbraio e per tutti, spostarsi da una regione all’altra. Resta il coprifuoco dalle 22 alle 5 che si può infrangere per “comprovate esigenze”, motivi di lavoro, salute ed emergenze.

L’autocertificazione è necessaria solo dopo le 22. Nella zona gialla i bar resteranno aperti dalle 5 alle 18, dopo è vietato l’asporto dai locali senza cucina. Anche i ristoranti saranno aperti fino alle 18, dopo è permessa la consegna a domicilio e fino alle 22 è possibile comprare cibo da asporto.

Sarà inoltre possibile visitare un museo o ammirare una mostra dal lunedì al venerdì ma non nei festivi e comunque con ingressi contingentati. Aperti nei giorni feriali i centri commerciali: di sabato e nei festivi farmacie, tabaccherie, edicole e alimentari situati al loro interno resteranno comunque aperti.

Nelle regioni situate in fascia arancione bar e ristoranti saranno chiusi: per i bar è consentito l’asporto fino alle 18 nei locali provvisti di cucina; per i ristoranti è permesso l’asporto e la consegna a casa.

Gli spostamenti possono avvenire solo all’interno del proprio comune; si può uscire dal comune solo per motivi di salute, lavoro, necessità e urgenza. E’ infine consentito recarsi in due da parenti o amici dalle 5 alle 22.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. la dittatura continua. il coprifuoco è solo PURA dittatura che i fessi covidioti non capiscono.
    detto questo, cosa cambia rispetto a ieri? la dittatura da ebeti che impone la chiusura dei bar alle 18 resta, come pure i ristoranti. I babbei covidioti credono che il virus esca alle 18 nei ristoranti..
    Tutto questo per una pandemia FALSA, generata da test FALSI, sostenuta da politici FALSI con il supporto di tanti covidioti che ancora devono capire la truffa.
    I positivi sono FALSI! I morti purtroppo sono veri, ma sono causato solo dalle terapie vietate e da quelle imposte: di fatto sono solo pura colpa di oms e governo.
    Chi vuole puo leggersi la richiesta di ritrattazione del test Corman-Drosten, il tampone pcr: è stata inoltrata a novembre ma ad oggi ancora nessuna risposta dalla rivista che l’ha pubblicato. Centinaia di scienziati ne chiedono il ritiro per evidenti falle anche concettuali e logiche..
    Decaduto il “tampone” decade TUTTA la pandemia. Provate a capire, prima di mascherarvi o di criticare me.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.