Scuola: De Luca pronto a chiudere. In arrivo nuove restrizioni

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
14
Stampa
Sono attese per la giornata di domani le decisioni del governatore della Campania Vincenzo De Luca sulla didattica in presenza oppure no nelle scuole della Regione. De Luca riunirà l’Unità di Crisi Regionale sull’emergenza Covid, e farà il punto della situazione sull’andamento dei contagi.

E’ stato stesso lui a lanciare l’allarme la settimana scorsa. Non si esclude, dunque, una ordinanza che chiuda di nuovo gli istituti superiori e lasci gli studenti ancora in didattica a distanza. Possibile, dunque, un nuovo lockdown.

Si attendono nuove restrizioni anche in Campania. Il presidente Vincenzo De Luca, dopo aver definito Lucia Azzolina un pessimo ministro, ha offerto i nuovi, preoccupanti dati: dal 25 gennaio al 4 febbraio, nella fascia d’età 0-6 anni sono 573 i casi positivi, tra i 6 e i 10 anni 610 positivi, tra 11 e 13 anni 351, tra 14 e 19 anni 739 positivi.

Complessivamente – docenti compresi – sono 2280 i nuovi positivi nel mondo della scuola. “Siamo obbligati a ragionare e prendere decisioni da padri di famiglia, da educatori, è evidente che questa situazione non la possiamo reggere”. Domani sera si riunisce l’Unità di crisi.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

14 COMMENTI

  1. CHIUDIIIIIIII PORCA MISERA CHE ASPETTIAMO CHE SUCCEDA UNA STRAGE. PER DUE MESI TRA FESTIVI ED ALTRO NON SI DIVENTA SCENZIATI

  2. Numeri del nulla viciè…. la verità è che è passato un anno e la sanità fa più schifo di prima

  3. Allo stato delle cose l’unica soluzione è la CHIUSURA COMPLETA DI TUTTE le scuole. Non solo quelle superiori. Non è giusto e non è ammissibile che i bambini si debbano infettare ! ! !

  4. Pare che nessuno più capisca il valore e ruolo dell’istruzione, ignoranti che pensano solo al Covid vogliono che anche le future generazioni restino ignoranti come loro

  5. Ma oltre a questi numeri piuttosto discutibili(lotto?) di contagi Covid (?), si potrebbe sapere che fine hanno fatto le altre malattie, quali raffreddore, tosse, influenza, ecc?
    Mi viene da pensare che ormai siano tutte catalogate come “casi positivi Covid”, e anche se so che i babbeoti museruolati sottomessi e lobotomizzati si “INDIGNERANNO”, sarei felice se qualcuno potrebbe darmi una risposta al riguardo, possibilmente con dati veri e casi reali….. Ma già immagino le reazioni dei lobotomizzati quali saranno :offese, condannare chi non segue la mandria, negazionista per chi non crede a barbara d’urso e burioni, miliUoni di morti e feriti, ecc ecc.

  6. … in classe dovevano andarci solo i bambini della, 1a 2a 3a classe della primaria, loro devono imparare a scrivere e non lo si puo’ fare con la DAD. Gli insegnanti dovevano essere vaccinati e cosi tutto il personale non docente. I banchi andavano bene quelli di sempre, le classi dovevano essere divise per evitare il famoso “pollaio”, le aule pitturate e disinfettante, inserire macchine per la purificazione dell’aria con filtri Hepa che catturano dal 0,1 micron fino ad 3,0 micron, le finestre potevano rimanere chiuse ed i termosifoni avrebbero creato il confort senza sprechi. I restanti alunni in DAD fino alle superiori e far frequentare gli universitari con l’uso di autobus privati agli stessi patti e condizioni di quelli pubblici, ma con la capienza max del 50%.
    Ma qui non è possibile … egli ha capito che dicendo lanciafiamme etc. etc. facendo i monologhi e dimostrandosi ringhioso… il popolino lo acclama e si sente fiero di una ostentata appartenenza a non si sa a che cosa‼️

  7. Babbeota delle 16:27.

    Lo so che è un concetto arduo, tale da richiedere il ponderoso sforzo combinato di ben una dozzina di neuroni, ma le stesse misure in atto per combattere il covid sono anche estremamente efficaci contro le altre malattie virali, l’influenza quest’anno praticamente non si è vista.

  8. De Luca dice che ha il dovere di agire da padre di famiglia per volere la chiusura delle scuole, ma, a mio avviso, tutelando ovviamente la salute dei miei coetanei, della popolazione scolastica e delle famiglie, si può e si deve avere il dovere di agire da padre di famiglia per aggiustare le carenze e per perfezionare la scuola sia dentro che fuori, ovviamente lavorando di concerto con le altre istituzioni possibili e immaginarie che ci siano, ma non si chiudano mai più le scuole (anche solo le superiori)

  9. Come ti piace salire in cattedra in tutta questa confusione nazionale mondiale….la campania comunque è prossima alla chiusura .grazie a te e quelli come te …

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.