Confesercenti Campania boccia la lotteria degli scontrini

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Confesercenti Campania boccia l’iniziativa del Governo la “Lotteria degli scontrini”, che ha peraltro trovato scarsi riscontri tra i consumatori. Non ci sono stati aumenti nei consumi, né le attività commerciali hanno ricevuto particolari benefici.
«Tutti gli effetti sperati dal Governo – afferma Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania -, ovvero ridurre la circolazione dei contanti, aumentare i consumi specie nelle attività sotto casa, inibire il ricorso alla lotteria online e soprattutto contrastare l’evasione fiscale, sono stati falliti.

Non c’è domanda, le attività commerciali sono in grande crisi, non c’è stata alcuna spinta al consumo, anche perchè oltre alla crisi c’è troppa incertezza sull’apertura e chiusura delle varie attività commerciali delle città dalla Campania. Uno spreco – continua Schiavo – se si pensa che il Governo spenderà per questa lotteria 5 miliardi di euro in due anni, ovvero 208 milioni al mese per una iniziativa che a nostro parere non ha avuto e non avrà riscontri positivi.

Il Governo avrebbe invece potuto spendere questi fondi  per altre attività, per sostenere le imprese innanzitutto ma anche per gratificare e ampliare nel numero le forze dell’ordine. La lotta all’evasione non si combatte certo con la lotteria degli scontrini.  Coloro che spendono con le carte di credito o con i bancomat sono gli stessi che hanno sempre utilizzato questo metodo e quindi non c’è stata una impennata nell’utilizzo per effetto della “lotteria”. Non è nata, in definitiva, nessuna opportunità in più per le nostre imprese».

L’impulso a spendere di più non è dunque stato registrato da Confesercenti, neanche in concomitanza con il periodo dei saldi, con le aziende campane che invece hanno dovuto sostenere un costo ulteriore. «Per le imprese manca la domanda, il numero di transazioni è molto diminuito in un anno, siamo al 50% in meno degli incassi.

Né i saldi- aggiunge e conclude Vincenzo Schiavo –  hanno avuto vantaggi: registriamo sin qui, a un mese circa dalla chiusura, il 40% in meno del fatturatoEppure le tasse, i fitti, i costi delle utenze sono rimasti uguali per le nostre attività commerciali, che si sono dovute sobbarcare anche di una spesa di 250 euro in media per acquistare i “pos” utili a fornire gli scontrini per la lotteria».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Mi sa che la parte “combattere l’evasione fiscale” è il vero punto dolente, vero cari commercianti?

  2. Come sempre si parla per prendere aria….ma se questa iniziativa e partita 9gg fa….se molti esercenti, specie se piccoli non partecipano perche non hanno ancora e non vogliono adeguare il registratore di cassa…se ancora anche molti grandi supermercati non hanno aggiornato il software…..gia tutto e`un fallimento !! forse non andra bene questa lotteria, o il cashback….ma non abbiamo i dati per giudicare ancora…e poi come sempre invece di criticare e basta si facciamo proposte e idee realizzabili…..

  3. Vorrei proprio sapere di cosa si lamentano!forse forse perché la zizzinella si è esaurita insieme all’uomo nero?

  4. Molti non hanno aderito perchè altrimenti devono fare gli scontrini. Tengono pure il coraggio di parlare sta banda di evasori

  5. Non è assolutamente vero che è un fallimento…ma in Italia le notizie vengono girate a piacimento di qualcuno..perché non diciamo invece che se vai in qualunque negozio con il tuo bel codice stampato ti rispondono…non abbiamo ancora adeguato il registratore di cassa…e allora di cosa parliamo? Sono i commercianti in difetto come sempre da che mondo è mondo…diciamo la verità ogni tanto senza fare troppo le finte vittime

  6. Semplicemente VERGOGNOSO !!!! Ben vengano la lotteria degli scontrini e il cashback ! Questi vogliono tutto per le imprese e i liberi professionisti, poi chissà come mai sono allergici agli scontrini questi parassiti !

  7. Sono solo genialata di un governo di falliti che ha sperperato solo soldi inutilmente,bastava ridurre l’IVA di pochi punti e ne beneficiavano tutti,anche chi non ha lo smarphone.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.