Comune Napoli a Regione: “Fornire dati precisi su contagi nelle scuole”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Il Comune di Napoli, attraverso gli assessori alla Scuola e alla Salute, rispettivamente, Annamaria Palmieri e Francesca Menna, ha chiesto alla Regione Campania di conoscere i dati rilevati “alle singole realtà scolastiche sul territorio cittadino, suddivisi per singole scuole e/o quartieri di appartenenza e il parametrato ai tassi di contagio dei singoli target anagrafici”.

La richiesta – si sottolinea da Palazzo San Giacomo -nasce visto il comunicato con cui l’Unità di crisi regionale “sposta sui sindaci la possibilità e la responsabilità di adozione di misure restrittive fino a fine febbraio in relazione a situazioni delle singole realtà locali”.

Il Comune di Napoli conta sul proprio territorio oltre 500 plessi scolastici. Nella lettera inviata alla Regione, l’amministrazione comunale ha chiesto di conoscere quanti sono i casi di positività registrati nelle scuole, anche con l’indicazione del periodo in cui è avvenuta la segnalazione, del plesso scolastico e del territorio “per poter risalire all’indice percentuale che questi casi rappresentano rispetto al numero complessivo degli studenti che frequentano i singoli ordini di scuole”.

Il Comune ha anche chiesto di conoscere quali misure siano in campo per il contact tracing e si propone, ”nello spirito di massima collaborazione con le autorità competenti, una volta acquisiti i dati, di riunire un tavolo di lavoro e approfondimento”.

“Sarebbe una scelta irresponsabile per una città che ha centinaia di plessi scolastici decidere qualsiasi restrizione sulla base di una percezione di pericolo non suffragata da dati scientificamente fondati – affermano Palmieri e Menna – Noi vogliamo accompagnare le scuole ad un percorso di continuità in condizioni di sicurezza e serenità”. “Per questo valuteremo i dati e le azioni messe in campo dalle autorità sanitarie con grande attenzione, auspicando che il tracciamento sia sotto controllo. L’importante è non fare della scuola un capro espiatorio e nel contempo non trascurare nulla”, concludono.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.