Coordinamento Regionale Ordini Medici Odontoiatri Campania al fianco dei Medici dell’Emergenza Territoriale

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Oggi i medici convenzionati del 118 vedono tagli in busta paga fino a 850 euro mensili e restituzioni per somme che arrivano sino a 90mila euro.

Quanto sta accadendo ai Medici dell’Emergenza Territoriale Convenzionata è inaccettabile. Un’ingiustizia verso una categoria di colleghi, che devono vivere l’angoscia del vedersi decurtato lo stipendio e di essere sottoposti a richieste di restituzioni anche di 90mila euro. E dire che i Medici dell’emergenza Territoriale sono quelli che in questi mesi hanno dimostrato, anche con il sacrificio della vita, quanto importante sia stato il loro apporto nella gestione della pandemia da Covid 19.

A nostro avviso la problematica sovra esposta è la conseguenza di una non adeguata rappresentazione da parte della Regione Campania alla Corte dei Conti dell’intera vicenda. L’indennità contestata (5,6 euro/ora ndr) fu introdotta con delibera di giunta regionale nel 1999, come remunerazione aggiuntiva al trattamento economico previsto per il medico di guardia medica dal contratto allora vigente (transitarono circa 3000 colleghi), in considerazione dei rischi e della specifica attività lavorativa, definita nella delibera  “usurante” e ad “elevato rischio fisico. Questa scelta permise di istituire il Servizio di Emergenza Sanitaria Territoriale senza dover ricorrere alla assunzione ex novo di circa 1400 Medici, comportando quindi un notevole risparmio alle casse regionali.

Come Coordinamento Regionale chiediamo alla Regione Campania di produrre un chiarimento con una interpretazione autentica della DGRG 6872/99, circa la natura dell’indennità e la sua validità sine die, fatti salvi ovviamente i provvedimenti regionali pregressi.

Riteniamo che questa situazione, se non sarà rapidamente  affrontata  dalla Regione, avrà drammatiche ripercussioni, non solo sulla sfera privata dei colleghi interessati, con insostenibile penalizzazione economica e mortificazione professionale, ma anche su tutto il sistema regionale di Emergenza urgenza, già in notevole sofferenza, che potrebbe giungere al collasso proprio in un  momento così critico per il persistere della pandemia covid-19.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. andassero loro a smazzare notte e giorno, acqua e vento, festivi e superfestivi…poi ci si chiede perchè di certe cose…meno male che oggi i giovani medici hanno tanta scelta davanti a loro e quasi nessuno opta per l’emergenza. Bravi. Mettete nuovamente il fazzoletto fuori dal finestrino e correte strombazzando per la città: vi aiuterà a ricordare anche i bei tempi in cui eravate pronti a farlo per una partita dell’Italia e mai per una giusta causa come questa!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.