Salernitana, ennesima frenata: con il Vicenza un pari che sa di beffa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
42
Stampa
Mezzogiorno di fuoco all’Arechi sotto la pioggia tra Salernitana e Vicenza. Nell’anticipo di B del sabato partono bene i veneti pericolosi fino alla mezz’ora. Poi Tutino si procura un rigore che però manda sulla traversa. Nella ripresa la girandola di cambi sortisce solo un rallentamento del ritmo. All’80’ si sveglia il match. Dal piede di Durmisi subentrato a Sy cross al bacio per Aya che insacca di testa con precisione. Nemmeno il tempo di gioire e pari di Giacomelli. I granata ci provano a vincerla ma senza fortuna. Alla fine l’ennesima occasione sciupata.

La 23esima giornata del campionato cadetto offre un’opportunità, più unica che rara, alla Salernitana di poter agguantare il secondo posto in classifica e avvicinarsi alla capolista Empoli. Il ko del Monza (sconfitto in casa da quel Pisa, che aveva reso difficile la vita alla squadra di Castori, appena martedì scorso) e il calendario (la prima della classe impegnata nel pomeriggio a Ferrara contro la Spal e il Chievo, attualmente secondo con due punti in più dei granata, atteso domani dalla trasferta di Brescia), possono consentire alla Salernitana di scalare ulteriori posizioni in vetta alla graduatoria generale. Ma per continuare a sognare è imprescindibile portare a casa oggi l’intera posta in palio (finora, nel girone di ritorno, tre pareggi in altrettante partite) nell’insolita sfida all’ora di pranzo (calcio d’inizio alle 12) all’Arechi contro il Vicenza.

Novità in casa granata. Castori lancia nella mischia l’esordiente Sy in mediana sull’out sinistro. A destra Casasola, eroe di Pisa, al centro cerniera con Di Tacchio, Coulibaly e Capezzi. Dinanzi a Belec torna Gyomber con Aya e Mantovani. Attacco standard con Tutino e Djuric.

Vicenza che rinuncia dall’inizio all’ex Jallow, attacco con Gori e Meggiorini. Vandeputte dietro le punte. Pontisso, Rigoni e Cinelli in mediana mentre Cappelletti, Valentini, Padella e Barlocco linea difensiva dinanzi a Grandi. Arbitra Camplone di Pescara

LA PARTITA

Terreno pesante all’Arechi in una giornata piovosa e gelida. Vicenza pericolosissimo in avvio due volte con Gori: prima Belec salva, poi sul cross seguente l’attaccante biancorosso centra una clamorosa traversa. Ottimo avvio della formazione ospite.  La Salernitana si sveglia: ci provano prima Tutino poi Djuric ma senza fortuna. Dopo un occasione per  Pontisso rigore per la Salernitana. Tutino viene falciato in area da Valentini alla mezz’ora, Camplone indica il dischetto. Tutino manda la sfera a scheggiare la traversa: nulla di fatto. Ammonito Djuric che segue Rigoni sanzionato al 18’. Dopo un azione per Tutino respinta da Grandi, primo cambio nel Vicenza: esce Padella, entra Pasini. Finisce un intenso primo tempo.

SECONDO TEMPO

Ripresa che comincia con un cambio nella Salernitana: esce Sy, entra Durmisi. Entrano Giacomelli e Longo, escono Meggiorini e Vandeputte. Proprio quest’ultimo ha una buona opportunità non sfruttata. Salernitana che ci prova con Capezzi, sfera di poco fuori. Cicerelli entra proprio per Capezzi, granata a trazione anteriore. Entrano Lanzafame e Zonta, escono Gori e Pontisso nei veneti. Castori gioca la carta Gondo per uno stanco Djuric. La partita sembra perdere di verve, ma all’80’ si accende: cross di Durmisi e colpo di testa di Aya che beffa Grandi. Sembra fatta per i campani ma Giacomelli due minuti dopo trova il pari con un eurogol, in ritardo stavolta Belec. Lanzafame prova a vincerla.

SALERNITANA-VICENZA 1-1

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Aya, Gyomber, Mantovani; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi (24′ st Cicerelli), Sy (1′ st Durmisi); Tutino (42′ st Kristoffersen), Djuric (28′ st Gondo). In panchina: Adamonis, Bogdan, Jaroszynski, Schiavone, Anderson, Dziczek, Kiyine, Veseli. Allenatore: Castori

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Cappelletti, Valentini, Padella (39′ pt Pasini), Barlocco; Pontisso (29′ st Zonta), Rigoni, Cinelli; Vandeputte (17′ st Giacomelli); Meggiorini (17′ st Longo), Gori (29′ st Lanzafame). In panchina: Zecchin, Perina, Bruscagin, Beruatto, Dalmonte, Agazzi, Jallow. Allenatore: Di Carlo

ARBITRO: Camplone di Pescara – assistenti Scatragli e Dei Giudici – IV uomo: Santoro

RETI: 36′ st Aya (S), 38′ st Giacomelli (V)

NOTE. Al 29′ pt Tutino (S) fallisce un calcio di rigore. Ammoniti: Rigoni (V), Djuric (S). Angoli: 3-4. Recupero: 2′ pt – 3′ st

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

42 COMMENTI

  1. Però cari gufi….parlate anche quando vince la Salernitana!
    Oppure gonfiate la gola quando sembra andare tutto storto?
    Se leggo bene la classifica siamo in piena corsa promozione e se leggo bene i vostri commenti sembra che siamo in zona retrocessione.
    Ho letto se non sbaglio che a marzo saremo al decimo posto….bene se la matematica mi aiuta la Salernitana dovrebbe perdere 4 partite di fila e quelle che la seguono(tutte) dovrebbero vincere almeno 4 o 5 partite altrettanto di seguito.
    Bene …ma così si arriverebbe ad Aprile.
    Quindi appuntamento x Pasqua x gli auguri.
    Nel frattempo… forza Salernitana!

  2. Non si tratta dì gufare, ma la vedi la partita ti rendi conto che non ha gioco, ha calciatori pessimi un allenatore che oltre ad essere una brava persona di calcio non capisce nulla, io parlo di calcio giocato quelli che anche in serie di è perso

  3. Scenziato ha pareggiato con l ‘ ultima in classifica il Pescara!!!! Il cittadella non vinceva una partita da metà gennaio!!!!Se mio nonno era nu flipper aveva tre palle!!! Lo speri che la Salernitana non possa migliorare….le partite sono da giocare!!vedi perché vi chiamano gufi!!!;

  4. Ma il passaggio al portiere, nella salernitana, è vietato? O la mentalità di Castori è quella di cercare di tirare la palla in avanti, poi accada quel che accada? Quante palle perse in fallo laterale quando si potevano giocare col portiere? Ma dove siamo? Alla partitella del giovedì? Dai, è una squadra inguardabile e continuo a chiedermi come possa essere, oggi, al sesto posto!!!

  5. Possibile che non vi rendete conto che abbiamo una squadra mediocre con un centrocampo inesistente che sa solo difendere e quando si tratta di costruire un’azione non sanno fare neanche due passaggi di fila, qua si tratta di essere realisti………e non mi parlate di Kiyne che è solo irritante, i talenti sono altri……se era buono se lo tenevano alla Lazio vedi Akpa Akpro. Tifare ok però essere complici di questa proprietà è un tradimento. E comunque il vostro amico Fabiani sta sempre attento a costruire squadre di metà classifica tranquilli………..

  6. X Stat a for

    Uaglio’ tien’ raggion, t’nimm na squadra ka se va bon’ pot’ arrivà ndà e plaioff ma ricimm’c e cose onestamente, me vuless’ tant’ sbaglià ma nun ten’ possibilità i sagliere, empoli e monza sagliene direttamente e a terza piazza sa joca cittadella, chiev, spal e lecce..
    È ver, stamm tutt’ là, ma nuje amme pers tropp’ punti ndà l’urtimi duje mes’
    N’at ann a ce ricere semp’ e stessi cos’…

  7. Filosofo, ma sai scrivere una parola in italiano ? Perché il dialetto lo “scrivi” una fetenzia.
    Obiettivamente il Vicenza ha giocato meglio di noi. E’ stato molto più aggressivo e affamato di noi.
    Poi l’avversario Giacomelli ha fatto un grande goal, bisogna sportivamente riconoscerlo.
    Io dico ad evidenza – dopo 23 partite su 38-che siamo in 6-7 tutti lì. L’Empoli è andato (forse) ma il Monza non ha ancora vinto; se ancora non lo ha fatto (dopo 23 partite su 38) forse così imbattibile non è. E tantomeno lo sono le altre.
    Io dico che tutta la Salernitana, Giocatori, Allenatore e Società, in quest’ordine, devono ora guardarsi dentro e capire cosa vogliono fare “da grandi”. Come vogliono affrontare le 15 gare che rimangono. Vogliono allenarsi al massimo, essere presenti, spingere, giocare e lottare per Vincere o “va bene così” ? Ora è il momento delle Scelte. Noi tifosi aspettiamo e speriamo che la scelta sia quella giusta.

  8. Osservando attentamente le immagini:
    1) rigore inesistente, se ci fosse stato il VAR sarebbe stata ammonizione per simulazione
    2) 1° tempo, un tiro in porta oltre al rigore fallito, 5 tiri in porta per il Vicenza, 2° tempo idem, a parte i due gol.

  9. Nè Fu, ma famm’ capisc’ na cosa ..o moment’ re scelt…ma tu te rienn’ cont’ ro fatt ka nun ann accattat’ nisciun ndo’ mercat’ e gennaio…n’attaccante ro campionato Coreano ka nisciun’ sapev…
    invece e ci’accattà gente forte comma Torregrossa pe ce fa fà o salt e qualità, c’ann mannat’ quakke prestito ra Lazio e quakke calciator ka stev kà l’anno scorz..
    e tu ancora ce spier ? pienz verament ka sta squadra po’ cumpetere contra l’empoli, u Monza e compagnia varia..? I nun so’ nat’ ajer..

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.