I nuovi colori delle regioni da oggi

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
1
Stampa
Con il nuovo monitoraggio Iss-Ministero della Salute, Speranza ha firmato le ordinanze che aumentano le restrizioni nelle tre regioni e nella provincia autonoma. Saranno valide a partire da domenica. L’Umbria, in difficoltà a causa delle varianti del virus resta, in generale, arancione con la conferma di alcune zone rosse circoscritte. La Sicilia passa in zona gialla

La situazione di partenza vedeva l’Alto Adige in zona rossa per decisione autonoma della Provincia di Bolzano fino al 28 febbraio, soltanto due Regioni in zona arancione (Sicilia e Umbria) e tutte le altre in zona gialla

Passa in arancione la Provincia di Trento, con un Rt nel nuovo monitoraggio di 1,2. Con la classificazione arancione del Trentino non ci sarà l’apertura degli impianti di risalita, che era stata prevista il 17 febbraio, non il 15 come altrove, con un’ordinanza già approvata dal presidente Fugatti. Lui stesso però aveva spiegato che il mantenimento della zona gialla sarebbe stato una condizione necessaria per l’apertura

La Liguria vede peggiorare la sua situazione con un Rt a 1,08 e passa alla zona arancione

In arancione anche la Toscana, dove preoccupa l’andamento dei contagi nelle zone di confine con l’Umbria, vittima di un’impennata a causa delle varianti. Nel nuovo monitoraggio l’Rt è 1,1

A destare preoccupazione è anche l’Umbria, dove l’intera provincia di Perugia e sei comuni di quella di Terni sono finiti in zona rossa da lunedì scorso dopo lo scoppio di una serie di focolai legati alle varianti inglese e brasiliana. L’Rt è a 1,2

L’Umbria resta, in generale, arancione con alcune aree rosse circoscritte

L’Abruzzo verso il passaggio dal giallo all’arancione. Nella Regione già diversi comuni sono finiti in zona rossa. L’Rt è a 1,22

La Puglia si trovava in zona arancione ma dopo una rettifica dei dati sui posti letto di terapia intensiva, il ministro Speranza ha firmato un’ordinanza con la quale la regione è tornata in zona gialla

Migliora invece la situazione in Sicilia, che passa dalla zona arancione a quella gialla, dal 15 febbraio. L’Rt è sceso a 0,66

Intanto è arrivata anche la proroga fino al 25 febbraio del blocco degli spostamenti tra regioni anche in zona gialla, che scaddeva il 15 febbraio. A causa dell’incertezza dovuta alle varianti e al nuovo Governo ancora non in carica potrebbe esserci lo slittamento di un’altra settimana. Le Regioni hanno chiesto di prorogare il Dl che vieta gli spostamenti da una Regione all’altra, anche per la zona gialla

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

1 COMMENTO

  1. Regioni da punire e da premiare…. Non è che le varianti si diffondono con maggiore rapidità? E i cittadini che rispettano le regole che colpa ne hanno di finire in gattabuia? Maggiori controlli e punizioni agli sconsiderati!

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.