La Costiera Amalfitana continua a vivere, purtroppo, una condizione di “sanità incompleta”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
A ragione delle peculiari caratteristiche orografiche del territorio, di una mobilità problematica e di una viabilità particolarmente fragile, nonché di un’utenza collegata a flussi turistici ingentissimi non soltanto nella stagione estiva, il Piano Regionale di Programmazione della Rete Ospedaliera del 2016 attribuì al plesso ospedaliero “Costa d’Amalfi” di Castiglione di Ravello la qualifica di “ospedale in zona disagiata”, al pari di analoghe realtà dalle medesime caratteristiche, come l’ospedale di Capri.

L’ottica del documento programmatorio fu quella di garantire servizi sanitari il cui primo livello fosse esperibile in loco, limitando per quanto possibile la necessità dei trasferimenti (assai spesso problematici a causa delle citate criticità, e dunque rischiosi per l’esito stesso delle cure) e istituendo modalità di assistenza tendenzialmente integrata. Per il presidio de quo veniva infatti prevista, unitamente al Pronto Soccorso, l’attivazione di 20 posti-letto di medicina, riconoscendo così esplicitamente le specificità della costiera e le sue peculiari esigenze.

Ad oggi, peraltro, tale previsione rimane inspiegabilmente inattuata. Eppure le difficoltà nei trasporti permangono immutate o addirittura aggravate, casi frequenti di totale isolamento del territorio ribadiscono la necessità di un ospedale completo nelle prestazioni di base, a garanzia del diritto alla salute della popolazione residente e delle centinaia di migliaia di visitatori annuali. Restano incomprensibili le ragioni di tale omissione, che esclude intere comunità dagli interventi realizzati invece per il potenziamento di altre realtà ospedaliere.

Sul piano operativo, va considerato che la struttura in parola presenta sin da subito un’ampia disponibilità di locali, che richiederebbero solo un minimo adeguamento per l’allocazione dei 20 posti-letto. Inoltre, è realistico ipotizzare che parte del personale occorrente abbia a risultare disponibile una volta cessata l’attuale fase emergenziale.

Dal punto di vista strutturale appare necessario, piuttosto, l’allestimento di un’area eliportuale pienamente funzionale, poiché quella adibita nel porto di Maiori risulta priva di illuminazione per gli atterraggi notturni.

Nell’imminenza della predisposizione dell’Atto Aziendale, la scrivente Conferenza dei Sindaci ritiene doveroso, anche a tutela delle pressanti aspettative della cittadinanza, richiedere per l’Ospedale “Costa d’Amalfi” la conferma della qualifica di “ospedale in zona disagiata” con Pronto Soccorso e 20 posti-letto di medicina, e la contestuale attivazione delle procedure per la concreta attuazione di tale previsione, comprensive degli atti progettuali e  dei relativi stanziamenti, affinché entro il corrente anno 2021 possa finalmente realizzarsi la legittima aspirazione della costiera amalfitana a poter disporre di una sanità completa e dall’assetto definitivo.

All’uopo, si auspica di poter incontrare al più presto le autorità politiche unitamente ai vertici tecnici e amministrativi dell’Azienda (nelle modalità che si riterranno più idonee in funzione del rischio epidemiologico) onde concordare un apposito dettagliato cronoprogramma, facendo riferimento diretto al Sindaco di Minori Andrea Reale in qualità di delegato alla sanità della Conferenza.

Confidando in un positivo quanto sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

 

Il Sindaco di Scala Luigi Mansi                    ________________________________________________

Il Sindaco di Praiano Anna Maria Caso    ________________________________________________

Il Sindaco di Amalfi Daniele Milano          ________________________________________________

Il Sindaco di Agerola Luca Mascolo                          _________________________________________

Il Sindaco di Atrani Luciano De Rosa Laderchi                     ___________________________________

Il Sindaco di Cetara Fortunato Della Monica                        ___________________________________

Il Sindaco di Conca De Marini Gaetano Frate                      ___________________________________

Il Sindaco di Furore Giovanni Milo                           _________________________________________

Il Sindaco di Maiori Antonio Capone                       _________________________________________

Il Sindaco di Minori Andrea Reale                            ­­­­­­­­­­­­­­­­­­­_________________________________________

Il Sindaco di Positano Giuseppe Guida                   _________________________________________

Il Sindaco di Ravello Salvatore Di Martino             _________________________________________

Il Sindaco di Tramonti Domenico Amatruda                        ___________________________________

Il Sindaco di Vietri sul Mare Giovanni De Simone              ___________________________________

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.