Emergenza Covid. Sindaci dell’agro-nocerino uniti per ritorno alla Dad

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
8
Stampa
Pericoloso l’avanzare nell’agro nocerino sarnese dell’emergenza Covid. Scuole: richiesta incontro dei sindaci dell’area nord della provincia di Salerno al Prefetto. Lettera inviata anche a Regione, Provincia e ASL. Nella missiva a firma dei sindaci Cosimo Ferraioli di Angri, Vincenzo Servalli, Cava De Tirreni, Pietro Pentangelo di Corbara, Manlio Torquato di Nocera Inferiore, Giovanni Maria Cuofano di Nocera Superiore, Raffaele M. De Prisco di Pagani, Carmine Pagano di Roccapiemonte, Carmela Zuottolo, S. Marzano sul Sarno, Giuseppe Canfora di Sarno e Cristoforo Salvati di Scafati, si legge: «La situazione della emergenza epidemica presente nell’Agro Nocerino Sarnese e nella Valle Metelliana, in particolare per quanto attiene alla didattica in presenza, sta assumendo risvolti di grave ingestibilità, indipendentemente dalla volontà dei sindaci, a causa delle seguenti ragioni:

– le segnalazioni o gli inviti alla »chiusura« che per vengono ai sindaci dai competenti Dipartimenti territoriali ASL, risultano essere disomogenei per Comuni posti sullo stesso confine, con poca comprensibilità delle conseguenti »scelte«, all’occhio di una popolazione di un’area omogenea e a fortissima densità abitativa e costituente di fatto un’unica conurbazione in un raggio di appena 13 km.
Siamo conseguentemente messi nelle condizioni di dover adottare misure totalmente contraddittorie tra noi.
La stessa metodica suggerita della Regione Campania per il tramite della piattaforma Sinfonia appare in tale clima poco praticabile.
La »chiusura« talvolta adottata in via preventiva sebbene sulla base di dette indicazioni suscita al contrario »attenzioni« ai limiti della segnalazione all’A. G. da parte dei genitori stessi, almeno di quelli che proprio in ragione di questa confusa situazione ritengono le decisioni dei sindaci frutto di arbitrio.
È evidente che la carenza di una linea di condotta omogenea con un adeguato affiancamento da parte dei Dipartimenti ASL genera sempre più tensione.
La »chiusura« delle scuole in una situazione epidemica di nuovo in espansione, sembra concentrare l’unica forma di risposta possibile, alimentata da una pubblicistica degli organi di informazione sequenziale se non continua nelle ultime settimane, talvolta contraddittoria con gli stessi dati in nostro possesso.
Appare adesso, a seguito delle determinazioni suggerite se non indotte per le scuole dei Comuni di Angri Scafati e Pagani, assolutamente ineludibile anzi urgente un incontro con Sua Eccellenza, con la Direzione Generale dell’ASL Dipartimento di Prevenzione Collettiva, con un rappresentante della Regione e con il Presidente della Provincia o suo delegato, considerata la specificità, la omogeneità, la densità abitativa la continuità territoriale intercomunale delle nostre realtà.
Si chiede perciò con cortese urgenza a S. E. il Sig Prefetto di Salerno quale massimo organo di Governo del Territorio, di accogliere la presente richiesta tesa a risolvere in modo organizzato armonico e sulla base dei dati ASL e di quelli in nostro possesso, una situazione che rischia a brevissimo di sfuggire di mano».

Fonte Telenuova

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

8 COMMENTI

  1. Impugneremo tutte le ordinanze al TAR di PollenaTrocchia, sicuramente hanno carenze di motivazioni, come già spiegato dal Prof. Pino Ciccio Bello e il giurisnegazionista Runner.

  2. Tranquilli, il tar vi farà tornare tutti in presenza!! Siete sindaci buoni a nulla!! Lo stesso Mario Draghi oggi, ha detto che bisogna fare scuola in presenza!! Inoltre non c’è nessun elemento scientifico per chiudere le scuole!! Sono solo pressioni dei genitori ai quali non sapete rispondere, per non perdere le vostre care poltrone!! Vergognatevi

  3. State sicuri che dopo che si espresso il giurisnegazionista testicolino con intervento ad adiuvandum di Sasicchia( sempre il testicolino) nei prossimi giorni le sentenze saranno cassate….ricordatevi che il futuro è l’esatto contrario di quello che scrivi questo imbecille!

  4. un giorno il cretino 19:21 sarà incrimnato per la sua imbecillità e le informazioni palesemente false. Per l’idiozia invece non è possibile, non è reato purtroppo. Sei sempre TU, unico e solo, che scrive sempre contro i runner inesistenti e i cicci che ti piacciono tanto. Il covid non esiste come virus a sé, è una creazione per giustificare l’apparizione di una serie di patologie dovute all’imponente intensificarsi dei nuovi campi elettromagnetici dei nuovi sistemi 5 e 6 G oltre ai precedenti ai quali hanno cambiato intensità. Se il cretino si informasse capirebbe che hanno montato antenne dappertutto, NASCOSTE pure nei semafori, a marzo con la scusa del vostro amato lockdown, il quale a quello serviva realmente, per non far vedere cosa facevano. E poi il tagli di alberi per far passare il segnale in linea retta, come da specifiche 5 g … Capito imbecille?

  5. l’idiota testicolone che scrive alle 22:01 non arriverà mai a capire che il futuro è una fregatura anche per lui, perchè stanno prendendo in giro tutti i testicoloni come lui che credono alla pandemia che finirà! non finirà MAI, vivrai per SEMPRE con le museruole, per SEMPRE con un chip, per SEMPRE con un cellulare, per SEMPRE con l’OBBLIGO di vaccinarti ogni tre mesi!
    Capito idiota? la prova sta proprio nel fatto che dopo un anno stanno ancora a dire che chiudendo tutto ci si salva dal virus vespone che viaggia attraverso tre museruole! che idioti che siete VOI negazionisti della falsità pandemica.

  6. ma siiii ! tutti uniti per la nullafacenza e l’ignoranza futura ! tutti clienti di psichiatri i vostri ragazzini, e per colpa vostra di deficienti genitori dad

  7. Dai, chiudiamo le scuole. Così i ragazzi potranno ammassarsi nelle piazzette a fumare, come già fanno di sera.
    Vi giuro. Quando torno dal lavoro li vedo sempre, specialmente a Salerno centro.
    Chiama i vigili, direte voi.
    Bene, i vigili gli passano anche vicino con le macchine e non dicono niente.
    Perché accanirsi contro le scuole quando in strada succede questo?
    Un altro problema sono i trasporti, bisogna intensificare le corse e il numero di pullman!
    Inoltre, non è possibile che spesso, a Napoli, continuino a sopprimere treni all’improvviso.
    Cioè, è logico che se io, studente/lavoratore che aspetto il treno delle 6:00, non lo vedo arrivare, devo prendere per forza quello di dopo alle 6:30 (e,intanto, la gente è raddoppiata).

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.