Salerno: parto prematuro gemellare ad alto rischio, le bimbe stanno bene

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
Grande gioia per D.A. 32enne professionista salernitana e del marito C.T., 35 anni, professionista salernitano, nell’apprendere la notizia di una gravidanza tanto attesa però ben presto fonte di preoccupazione nel venire a conoscenza che si trattava di una gravidanza gemellare con una sola placenta che nutriva i due gemellini, fonte di possibili gravi rischi e complicazioni.

I futuri genitori decisero di affidarsi al dr. Raffaele Petta, notoriamente esperto in “Gravidanza a rischio” . Furono eseguiti controlli ravvicinati con esecuzione della misurazione delle translucenze nucali e dello studio premorfologico e morfologico dei gemellini con le più moderne tecnologie in 3D e 4D.

Alla 23° settimana si stabilì un rallentamento della crescita fetale più spiccatamente evidente in uno dei due feti. Si trattava di porre diagnosi differenziale con la trasfusione tra i due gemellini che pur avendo inizialmente degli aspetti simili, avrebbe comportato un management della gravidanza assolutamente diverso e molto più aggressivo.

La paziente fu sottoposta a controlli intensivi sia sieroematologici, ecografici, flussimetrici con studio del profilo biofisico fetale finchè, per l’aggravarsi della situazione fu deciso un ricovero presso il Reparto di Ostetricia della Clinica Malzoni di Avellino, diretto dalla dr.ssa Annamaria Malzoni.

Durante il lungo periodo di ricovero la paziente fu sottoposta a controlli intensivi e ravvicinatissimi da parte del dr. Bove Ferrigno Vincenzo. Tuttavia alla 32° settimana per la rapida riduzione del liquido amniotico nel sacco di una delle due gemelline fu decisa di sottoporre la paziente a taglio cesareo eseguita dalla équipe formata dalla dr.ssa Annamaria Malzoni, dal dr. Raffaele Petta, dall’Ostetrica Giovanna Bianca e dall’Anestesista dr. Franco Lazzarini.

Il 5 febbraio sono nati a distanza di un minuto l’una dall’altra, Giorgia con un peso di kg.1,450 e Chiara con un peso di kg. 1,190 affidate al Primario della Terapia Intensiva Neonatale della Clinica Malzoni, dr. Angelo Izzo. Attualmente le bimbe stanno bene, respirano e si alimentano autonomamente e verranno dimesse appena recuperano peso.

“Le gravidanze gemellari rappresentano l’1-2% di tutte le gravidanze: 1 su 5 è monocoriale, cioè con una sola placenta. In questi casi nel 10-15% si ha una sindrome da trasfusione feto-fetale che se non trattata conduce ad un decesso del 90% dei casi ed i tassi di morbilità nel co-gemello sopravvissuto arrivano al 50%.

Una diagnosi tempestiva consente di migliorare significativamente la prognosi consentendo, con un idoneo trattamento, la sopravvivenza di entrambi i gemelli nel 60-70% dei casi e di almeno uno dei gemelli nell’80-90% dei casi. Da quanto detto si evince la necessità di una corretta diagnosi differenziale come è stato fatto nel caso prima descritto” afferma il dr. Raffaele Petta.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. Fanno la gara questi due ginecologi, a chi e’ piu’ bravo. Uno a Salerno l’altro ad Avellino.
    Ma io mi chiedo Voi che mestiere fate? L’idraulico? Fate i medici e dovete farlo bene! Punto!
    Non e’ che state sempre a vantarvi della vostra professione. Dovrebbe intervenire ordine dei medici, secondo me. Mi sembra piu’ un cartellone pubblicitario!

  2. Elogiate tanto i calciatori e nn si può parlare di chi mette la cosa più bella al mondo e poi medici come il dottore petta bisogna metterli tt i giorni sopra i giornali xk UNICO come lui nn c’è ne sono n g

  3. Pazzesco, esaltare una struttura privata ed un medico che fa il suo lavoro! Ma cosa c’e dietro questi santini? Finanziamenti alla politica?

  4. leggere certi commenti di elogio fanno capire come certi personaggi riescono nel loro intento aiutati da chi li pubblicizza… mediocrità docet

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.