Valiante a Orticalab «La fermata dell’Alta Velocità a Baronissi rivoluzionerebbe la vita…»

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
3
Stampa
In una interessante intervista a Vincenzo Di Vaio di Orticalab il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante, primo cittadino del comune “cerniera” tra le province di Salerno ed Avellino parla dell’importanza dell’alta velocità a Baronissi e del progetto targato Rfi: «Confidiamo nel Governo Draghi e nell’Ue. Una fermata della linea ferroviaria veloce rafforzerebbe la nascente Città della Medicina, attrarrebbe investimenti e migliorerebbe la qualità della vita dei nostri territori. Nessuno può rifiutare questa opportunità storica»

Ed ancora: «La Valle dell’Irno e la provincia di Avellino si ritroverebbero proiettate sulle direttrici che conducono a Roma e a Reggio Calabria, ma avrebbero anche la possibilità di collegarsi al meglio con il resto del Meridione. Questo progetto aprirebbe nuovi scenari, sia dal punto di vista turistico che economico».

«Sarebbe un’opportunità eccezionale che ben si sposerebbe con la nascente Città della Medicina: 190mila metri quadri nella quali, tramite dei finanziamenti europei, creeremo, entro un anno, nuove infrastrutture e nuovi servizi a disposizione della Facoltà di Medicina che, come noto, ha sede proprio a Baronissi. Abbiamo già avviato delle manifestazioni di interesse per riempire questo progetto di contenuti: tra start-up e spin-off biomedicali ci sono già 31 aziende disposte a realizzare investimenti complementari alla Facoltà per la creazione di un polo di Alta Formazione.

L’arrivo dell’Alta Velocità, in quest’ottica, semplificherebbe il tutto e rappresenterebbe un vero e proprio attrattore di nuovi ed ulteriori investimenti. Ma non dimentichiamo l’aspetto commerciale: la linea ferroviaria veloce darebbe un nuovo slancio alla grande distribuzione presente a Baronissi così come nelle zone limitrofe. Guardi, sarebbe una vera manna dal cielo. La disponibilità del Comune di Baronissi è totale, siamo pronti a cogliere questa opportunità. In attesa, comunque, che tutto si compia».

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

3 COMMENTI

  1. che l’università è di Salerno, che la stazione, quando si realizzerà nel 3000, sarà la nuova stazione ferroviaria di Salerno, che Baronissi è Salerno, che la valle dell’Irno è Salerno, altro che cerniera lampo. Ma come parla questo troglodita? Ma chi sarebbe?

  2. L’Università, ora vorrebbero anche L’alta velocità?
    scusate ma se ci troviamo in un imbuto a che serve?
    Afragola rispetto a Napoli è una cosa, ma Baronissi?
    che facciamo avviciniamo di 10 minuti il paese di 50 mila abitanti in mezzo le montagne all’alta velocità?
    Sempre a Napoli vanno…..con una provincia di 400 mila persone, con buona parte più vicina alla Puglia.
    Riportate Giurisprudenza nel tribunale a Salerno, ridate dignità storica e istituzionale a qualche facoltà, basta scatoloni nel deserto.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.