Brusaferro (ISS): “Rafforzare restrizioni, variante inglese è al 54% di prevalenza contagi”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
 “Bisogna rafforzare le misure di mitigazione per ridurre le occasioni di trasmissione del virus”, ha detto il presidente dell’Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, precisando che “la variante inglese ha una prevalenza stimata intorno al 54% secondo un dato del 18 febbraio, quindi a oggi il valore è indubbiamente più alto. E’ la variante dominante e lo sarà sempre di più: ha più elevata trasmissibilità”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. FALSO come la pericolosità del covid, hano rinominato l’influenza e la polmonite come covid, e hanno chiamato covid pure tutti gli infarti e qualche cancro. In inghilterra l’influenza hanno detto che è a zero! ridicolo! è ovvio che hanno solo cambiato il nome, per i fessi che ci credono.
    La variante è un’altra pallla, di mutazioni a maggio ce ne stavano 7000 oggi saranno piu di 500000, questa balla delle varianti è grande assai, hanno ririririnominato il covid come brasiliana, o nigeriana, o quello che volete voi, tanto TRA SETTEMILA disponibili a maggio, possono sceglierne una a caso!
    Che poi neppure è mai stato isolato sto virus, quindi da dove lo vedono che è variante !? variante di cosa, se non sanno neppure l’originale come è fatto! è tutto messo nero si bianco nei documenti e negli studi, mica me lo invento io!? lo dicono loro, ma NON in tv perchè i fessi non devono sapere. NON HANNO UN VIRUS DISPONIBILE, così hanno creato il test PCR a gennaio 2020! capito? ve lo hanno detto in tanti qui sopra oramai

  2. Fatti prenotare dei familiari una visita psichiatrica, ma che sia uno psichiatra bravo, ma molto bravo.

  3. x il demente 12:04, la visita non possiamo farla noi, perchè gli psichiatri sono occupati coi covidioti come te che dopo un anno ancora devono capire.
    Sul sito AGENAS si vede chiaramente che in Campania stiamo costantemente al 21% di occupazione di terapie intensive, quindi il 79% è VUOTO, CAPITO IMBECILLE?
    Tra poco con le rivolte vi verremo a prendere a casa, a voi covidioti e vi spazzeremo via a colpi di tosse finta!
    Se tenevi qualcosa di serio da dire l’avresti detto, e invece non sai cosa dire, come ben si nota.

  4. al 2 invio x il covidiota di mezzogiorno, il test sono falsi quindi pure la pandemia è falsa ma è vera la dittatura che hanno creato attorno grazie ai fessi come te. Quello che non volete capire è che non finirà MAI, proprio perchè non ha niente a che fare con un virus. Lo stanno dicendo da mesi pure i fantomatici esperti e commissari e politici, non finirà mai perchè il virus è una creazione per mascherare gli effetti delle radiazioni elettromagnetiche che stanno aumentando dopo l’installazioni di migliaia di nuove antenne e migliaia di nuovi satelliti in orbita, per dare ai covidioti l’inutile -internet delle cose- ma che serve al controllo totale delle persone, annullando le loro menti, pure la tua sebbene sia già rasente allo zero.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.