Fabrizio Corona torna in carcere, fine pena sarà scontata nel 2024

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
7
Stampa
Ritorna in carcere Fabrizio Corona. Il Tribunale di sorveglianza ha revocato il differimento della pena ai domiciliari per motivi di salute legato alla dipendenza da cocaina. Corona dovrà rientrare in carcere per scontare il resto della pena che gli è stata inflitta per vari reati in diversi procedimenti penali. «Quello che mi hanno fatto i magistrati è la più grande ingiustizia dal punto di vista giuridico in Europa. Sono pronto a togliermi la vita», dice Corona al Corriere.it

Il suo legale Ivano Chiesa ha detto che l’ex agente fotografico, «appena gliel’ho comunicato, si è ferito ai polsi». Corona ha pubblicato su Instagram un video con il volto sporco di sangue in cui se la prende con i magistrati: «Sacrificherò la mia vita per togliervi da quelle sedie». E scrive: «Adesso vi faccio vedere come si combatte. Ingiustizia. Pronto a dare la mia vita in questo Paese ingiusto».

A incidere negativamente sulla posizione di Corona sono state l’attività lavorativa non autorizzata, in particolare le apparizioni in televisione, e la presenza nella sua abitazione a Milano di più persone (tra cui alcuni pregiudicati). Corona, inoltre, avrebbe lasciato la sua casa più volte senza il permesso dei magistrati.

Permesso che, in alcune occasioni, era stato concesso. Questo, in sintesi, il contenuto della decisione con la quale il Tribunale di sorveglianza presieduto da Marina Corti ha revocato la detenzione domiciliare. L’8 marzo l’ultima udienza. Ora Corona potrebbe essere rinchiuso nel carcere di Bollate. Il fine pena, al netto di eventuali premi, è fissato al 20 settembre 2024.

Fonte: Corriere.it

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

7 COMMENTI

  1. Corona uno stinco di Santo…..violento, condannato perché ricattava dopo aver fatto le foto……sta scontando in maniera eccessiva la pena…perché non da segni di cambiamento e forse ha dato fastidio a gente che conta.
    Per me il ricatto o lo fai al camionista o al politico non fa differenza….

  2. “Chi è causa del suo mal pianga se stesso” …è vero che non ha ucciso nessuno ma parlare di accanimento sa di vittimismo. Ha fatto una valanga di reati di diverse entità per cui le pene si accumulano ed è giusto che paghi specialmente se non ha mai avuto la minima intenzione di cambiare ed è rimasto lo stesso bullo di quartiere che si crede al di sopra della legge, grande esempio per i nostri ragazzi. Rinchudetelo e buttate le chiavi, meno se ne parla di questi soggetti meglio è, li fate diventare eroi per il popolino.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.