Scuola: in tanti in piazza a Salerno per dire no alla Dad

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
Genitori e studenti, dai più piccoli fino anche una rappresentanza dei ragazzi universitari ma anche insegnanti questa mattina in Piazza Caduti di Brescia a Pastena per protestare contro la Didattica a Distanza e chiedere la riapertura immediata delle scuole. “La scuola non si chiude, la scuola si cura”, dicono i manifestanti.

“Vogliamo la scuola aperta in sicurezza” spiega chi ha aderito allo sciopero nazionale proclamato dai Cobas. I cartelli esposti dai manifestanti riportano slogan quali “La Dad non è scuola”, “I bambini sono il nostro futuro”, “L’unico Dad che mi piace è mio papà”.

 

Ed ancora: “Eravamo in piazza a giugno 2020 con un cartellone che diceva «da settembre tutti a scuola». Ecco dove siamo finiti” . “Ora c’è bisogno di un rientro in sicurezza” urlano dal megafono, denunciano i problemi culturali e psicologici legati alla Dad tra cui la dispersione scolastica. Tante le classi che questa mattina hanno scioperato non collegandosi. “Uno sciopero della scuola ma ancor di più uno sciopero sociale” sottolineano i manifestanti.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Grazie ai manifestanti,
    sono tantissimi che condividono che la scuola si riapra e si faccia a scuola.
    È un attività essenziale, e tante nazioni lo sanno ed agiscono di conseguenza da mesi, lasciando le suole aperte e facendo di tutto per farle restare così.

  2. rieprite le scuole, altrimenti le mamme non possono più incontrarsi la mattina davanti ai bar

  3. sprezzanti di ogni maestra, insegnante e collaboratore scolastico che hanno contribuito ad uccidere. Brutta gente davvero

  4. Finalmente si aprono gli occhi.. Negozianti aprite tutti se nn volete finire come uno schiavo negro…

  5. Manifestazione di protesta, sinceramente mediocre e con quattro gatti. Un happening di persone fuori dalla realtà oggettiva e con alla testa un gruppetto di una sinistra estrema e minoritaria, alla ricerca di visibilità, e di un prossimo consenso elettorale. Non dimenticate che ci saranno le elezioni comunali tra un pò.

  6. genitori incoscienti che non sanno educare i figli in piazza stamattina

  7. La campania ahimè deluchiana è l’unica regione al mondo ad aver tenuto di più le scuole chiuse.
    Nonostante ciò. non mi risulta che la chiusura abbia influito in modo positivo su contagi, decessi e ricoveri. Dall’inizio del 2021 le scuole superiori sono state aperte pochissimo, l’ultimo giorno di apertura del resto delle scuole è stato il 26 febbraio scorso, eppure ancora oggi 26 marzo tra contagi e decessi è una ecatombe…
    Diciamo piuttosto che deluca ha fatto la cosa più semplice per coprire delle inefficienze anche sue.
    Con il dovuto rigore, la dovuta disciplina e la sacrosanta strategia organizzativa bisogna almeno riaprire da subito scuole dell’infanzia, primarie e medie.
    Infine, per le capre dei commenti in alto, non ci crederete, ma molte mamme devono lavorare e la mattina non vanno in giro…Che dire…la gatta nella dispensa quello che fa quello pensa…

  8. La Campania sarà anche la regione con una chiusura di scuole più alta nel mondo….ma è anche vero che ha sbagliato n numero di deceduti 5.000 più basso di altre Regioni ad alta densità abitativa( Lombardia, 30.000 morti).
    Allora volete capire che per qualche mese in più di scuola non si poteva rischiare?
    Non abbiamo le strutture sanitarie della Lombardia e in percentuale abbiamo 1/3 di morti in meno( la Lombardia ha il doppio della popolazione).
    I NO DAD di morti e contagi se ne infischiano altamente, dopo 1 anno è chiaro a tutti che le bombe di contagi sono gli assembramenti in luoghi (feste, RSA, funerali…), bisogna essere fermamente ottusi che capire che un cluster in in aula con 20 bambini porterà alla morte di qualche parente dei congiunti…..
    Sia con la guerra, le calamità naturali e anche con le epidemie il primo diritto che va tutelato è il DIRITTO ALLA SALUTE, tutelare il diritto alla vita dei vostri genitori e nonni.

  9. Ho esperienze dirette di persone che vivono in Germania, Inghilterra e Nord Italia, non è vero che le scuole sono state sempre aperte….si va singhiozzo….ora in Italia tutti in Dad
    Baviera in Dad….la differenza che hanno aperto a singhiozzo, concedendo qualche giorno in più in presenza….
    Fare fare 1 mese in più di scuola in un anno scolastico non serve a nulla …la situazione è questa….siete anche bugiardi, perché non volete accettare che tutto il mondo ha dovuto sacrificare gli assembramenti scolastici.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.