Bonus 2.400 euro, quali lavoratori devono fare domanda? Le istruzioni dell’Inps

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
2
Stampa
L’Istituto ha diffuso le prime informazioni riguardo all’indennità prevista dal Decreto Sostegni. Le persone che hanno già ricevuto l’assegno di 1.000 euro grazie al Dl Ristori, riceveranno in automatico il nuovo pagamento. Quelle che non avevano fatto richiesta per il bonus o non rientravano tra i beneficiari, devono presentare la domanda entro il 30 aprile 2021. Ecco cosa c’è da sapere.

In particolare, nel messaggio dell’Inps si legge che i lavoratori che hanno già ricevuto l’assegno di 1.000 euro grazie al Dl Ristori non devono presentare una nuova domanda: riceveranno in automatico il nuovo pagamento

I dettagli riguardo alla presentazione delle domande non sono ancora stati comunicati, ma si sa che la scadenza per fare richiesta è fissata al 30 aprile 2021

Ma attenzione: devono fare richiesta anche quelle persone che non rientravano tra i beneficiari nei precedenti provvedimenti, ma che invece rientrano ora

Come ricorda l’Inps, il Decreto Sostegni “ha previsto l’erogazione di una indennità una tantum di importo pari a 2.400 euro a favore dei soggetti già beneficiari dell’indennità” grazie al Decreto Ristori. Ma ha introdotto delle modifiche

Il Decreto Sostegni, infatti, ha ampliato la platea dei beneficiari: ha incluso anche i lavoratori somministrati in settori diversi dal turismo e ha alzato il tetto massimo di reddito annuo dei lavoratori dello spettacolo da 50mila a 75mila euro

Il bonus è destinato a queste tipologie di lavoratori: lavoratori stagionali e in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori intermittenti; lavoratori autonomi occasionali; lavoratori incaricati alle vendite a domicilio; lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dello spettacolo

Se una persona rientra in più di una categoria di lavoratori per cui è previsto il bonus di 2.400 euro, lo riceverà comunque una volta sola. L’indennità è invece cumulabile con l’assegno ordinario di invalidità

Il bonus di 2.400 euro, ricorda l’Inps, non concorre alla formazione del reddito ai fini fiscali e quindi non è sottoposto ad alcuna tassazione

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

2 COMMENTI

  1. Ciao. io voglio fare domanda Questo bonus ho ci contratto di lavoro tempo indeterminato sono pizzaiolo . Sono abitò via mura occidentali 39 jesi

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.