Salerno in zona rossa ma non si rinuncia alla passeggiata sul Corso

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
22
Stampa

Un pensionato si è fermato dinanzi al bar in piazza a fare due chiacchiere tra vecchi amici dopo il caffè d’asporto. Davanti a loro, sedute sui sedili di una piazza “chiusa” ed interdetta dall’ordinanza comunale ci sono due mamme con i figli, in attesa di chissà cosa.

Se non fosse per le saracinesche abbassate di molte attività commerciali sembrerebbe una giornata di primavera qualunque a Salerno dove le strade non sono affatto vuote come dovrebbero essere in virtù di una Regione, la Campania, in piena zona rossa ed in emergenza covid.

Le scene descritte sono solo due esempi di come i cittadini salernitani sembrano essere stanchi di rispettare restrizioni anche perché i controlli sono molto “leggeri” ed i motivi comprovati per uscire sono facilmente bypassabili. Dalla zona orientale al Corso Vittorio Emanuele quello di oggi è un sabato “covid free“. Lo testimoniano gli occhi di chi vuole semplicemente fermarsi ad osservare e tirare due somme.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

22 COMMENTI

  1. Pochi ristori,
    Pochi vaccini,
    Poca organizzazione e gestione del problemA.
    Dopo un anno ancora pensate di tenerci a casa a impastare pizze e scrivere i cartelloni “andrà tutto bene?”

    Giornalai del reame

  2. La gente si e’ rotta le balle. Qui si muore anche di altro, anzi soprattutto di altro.
    L’attività fisica e la socialità giovano alla salute. Poi se ci sono assembramenti tocca a te vigilare. E basta con la minchiata della chiusura delle piazze, lungomare, ecc…

  3. secondo me è più dannoso farne un articolo web, di queste passeggiate. chi si ritrova in giro è sicuramente responsabile delle sue azioni, fosse anche una passeggiata di piacere, sarà certamente un piacere necessario per la sopravvivenza del passeggiatore. farne propaganda alimenta l’astio e i più “furbi” si riverseranno in strada per “schiattiglio” o per rabbia…e gli atteggiamenti di schiattiglio e di rabbia sono i più pericolosi

  4. Si muore al chiuso, non all’aperto! Protesta civile sempre benvenuta, spero che i commercianti tengano fede alle promesse e passata pasqua riaprano in massa! A casa ipocondriaci e giornalisti prezzolati

  5. Se siamo ancora in zona rossa perché ci sono persone che continuano a non capire !!!nei nostri piccoli paesi noi rispettiamo alla lettera le regole!

  6. i nostri cari politici hanno avuto un anno per vaccinarci e siamo ancora nella merda ora come volete costringerci ancora in casa? anzi occhio alla penna che la disperazione della gente che e’ fallita e non sa dove sbattere la testa porta alla rivolta e a gesti sconclusionati…altro che si cammina al cosrso e lungomare chiuso.

  7. Tutti noi vogliamo e dobbiamo tornare alla nostra normalità ma di questo passo non credo che ne usciamo !

  8. Ci sono tanti posti per incontrarsi. Ci sono anche le montagne, i sentieri….si deve per forza stare sul lungomare, sul corso? c’è il monte stella a salerno

  9. Non tirate troppo la corda la gente è stanca.
    Pensate ad evidenziare che viviamo in una nazione diretta da emeriti incompetenti che in Anno non hanno risolto il problema anzi.
    ITALIA REPUBBLICA DELLE BANANE.

  10. Di questo passo non ne uscirete mai. Dico non ne uscirete perché io esco e non me ne fotto proprio.

  11. Papino il bluff, fumo con la manovella . E dove è il lavoro promesso a mio figlio?

  12. Io non credo nei vaccini. L’antipolio mi ha dato effetto collaterale. Il medico disse a mia madre…questo rischia, muore o resta scemo. Sono ancora vivo

  13. La corda?
    C’è tanta gente che si è rotta di vedere questi dementi irresponsabili che pur di fare 2 chiacchiere inutili o collassarsi su una panchina come i bisonti continuano a creare situazioni inutili di contagio….
    Spero di no, ma se dovesse risalire la curva dei contagi si faccia come marzo aprile 2020 ….solo file distanziate davanti a supermercati e farmacie il resto coprifuoco….queste capre non conoscono la democrazia….vanno portati con la corda …non discernono!

  14. Politici incompetenti ?
    Dopo un anno nessuna Nazione al mondo e Covid Free, abbaiate come cani ignoranti, qui di incompetenti ci siete solo voi che avete ristrettezze mentali.

  15. stamane a piazza gloriosi a torrione hanno messo i nastri per “recintare” la piazza (e ci sono anche due cartelli con scritto piazza chiusa): se venite a farvi un giro adesso trovate molti nastri strappati e persone sedute sulle panchine….e controlli ZERO!!!!

  16. ma dove lo vedete che stanno passeggiando? sono persone, distanziate e con mascherine, che stanno trasportando viveri e generi di prima necessità, oppure persone con autocertificazione in cui dichiarano che se non scendevano a prendere un pò di aria morivano di altro diverso dal covid

  17. Ma a questi mai li prende il covid noi chousi e rispettiamo l’ordinanza e loro fuori a paseggia ma in tutto questo le firze dell’ordine dove sono i militari ?
    Fermono solo chi lavora vedere tanta gente in zona rossa e una vergogna

  18. L’unico argomento che si legge, sempre e dappertutto, fa capo sempre e soltanto ad una “sottomissione” a una regola che a molti è stata imposta, escludendo completamente gli aspetti puramente tecnici. Siamo un popolo che non sa dedicarsi spontaneamente ad una causa speciale, nemmeno quando in ballo c’è la vita dei figli, o dei genitori dei nostri figli, senza i quali soprattutto i bambini più piccoli risentirebbero della scomparsa di un genitore per un bel pò di tempo. La chiusura di piazze, lungomari etc è una decisione necessaria per un popolo come noi, difficilmente capace di autoregolarsi senza dpcm, leggi e quant’altro. Condivido assolutamente che una chiusura sociale, in generale, può innescare danni peggiori del covid, ma il problema risiede proprio qui: occorrerebbe non percepire come “negazione” tutto quanto sta avvenendo, bensì “semplicemente” come un duro lavoro di una squadra composta da miliardi di persone, dove tutti abbiamo lo stesso obiettivo: vincere, vincere contro la capacità di diffusione della molecola del covid.
    Invece qui si sta a lamentarsi che non si può andare a fare l’aperitivo, o una passeggiata. Oppure si parla di SI-DAD-NO-DAD…si spende tempo appresso a banalità infinitamente irrisorie rispetto alla Vita. Anche la scuola, in questo delicato momento è irrisoria e inutile e la DAD è un’egregia soluzione per non fermare del tutto la scuola (allora si che sarebbe un vero disastro). A questo va aggiunto il terrorismo mediatico, che per molti comporta la deformazione della realtà: il covid è un problema come tanti altri, ma al momento risulta essere un virus non ancora del tutto conosciuto dal punto di vista scientifico, pertanto riesce ancora a fare danni piuttosto ingenti. E la tv e il web si ritrovano così tanto materiale per riempire le loro testate. Lasciamoli lavorare e, piuttosto, impariamo a filtrare quanto ascoltiamo. Mi rendo conto, occorre tanta forza interiore, un’intelligenza viva e il mondo è fatto di tante persone diverse. E allora ecco, qui risiede il vero problema, se così vogliamo chiamarlo, il problema che ci trasciniamo nel tempo il contagio…e una soluzione non c’è. Rispetto le persone che la vedono diversamente da quanto sto scrivendo, pertanto chiedo almeno altrettanto rispetto di questa mia diversa veduta. Un pò di civiltà, almeno questo, non può che far bene. Cordiali saluti

  19. L’ignoranza e la stupidità che pavoneggiano nei commenti la dice lunga. Quanti rivoluzionari di tastiere, sui social siete uno spettacolo. Continuate cosi, continuate………..sta bene a voi figuratevi a noi.

  20. Non puoi andare sul monte stella in zona rossa, l’attività fisica è permessa nei pressi dell’abitazione, 200 mt! Non c’è scusa che tenga, al centro puoi sempre dire che sei andato a fare la spesa. Questo è ciò che hanno partorito gli incompetenti che ci governano!

  21. Ma basta! Ne abbiamo abbastanza… Stare distanziati all’aria aperta che male fa? Davvero pensate che si possa stare chiusi in casa a oltranza? E del Lungomare chiuso ne vogliamo parlare? Ma dai… Comprendo la chiusura dei luoghi chiusi, ma all’aperto, con tanto di mascherina, cosa succede?

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.