Contagi, la Campania sorride: torna “arancione”, da martedì 6 stop alla zona rossa

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
12
Stampa
La Campania passa in arancione – anticipa il sito web nazionale repubblica.it – mentre per 8 Regioni è rosso almeno fino al 20 aprile. In base ai dati che saranno analizzati domani dalla Cabina di regia solo una Regione cambia colore da martedì 6. Veneto e Provincia di Trento sperano nell’arancione dal 13 aprile. I dati sui quali si baserà domani il monitoraggio della Cabina di regia dell’Istituto superiore di sanità e del ministero alla Salute raccontano di un’epidemia che ha un’alta incidenza ancora in molte aree del Paese.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

12 COMMENTI

  1. Cosa cambia?…
    Siamo in zona rossa, ma è come se fossimo in bianca, quindi?…
    Questa assurdità della divisione a colori, non serve a niente!

  2. Allora fino ad ieri sera noi in Campania eravamo nella merda e zona rossa tutto Aprile. Da stamattina tutto meglio e saremo zona arancione. Qui secondo me ce di mezzo la temuta protesta (giusta) di ristoratori e negozianti in rivolta contro De Luca…

  3. Salerno città è sempre stata zona non rossa!!! Salerno città ha pagato per altre realtà regionali

  4. Gli unici a pagare il prezzo più alto sono i ristoratori, parrucchieri e Barbieri ed estetista continuano a lavorare a nero, e le attività sportive non sono mai cessate alcune svolte in strutture private in pieno giorno davanti gli occhi di tutti

  5. siamo un popolo di viziati, che attendiamo pretenziosamente che ci risolvino i problemi, bravi solo a criticare e a sgambettarci fra di noi. questo siamo

  6. Fantastico!! Zona arancione con gli stessi contagi da zona rossa….2 settimane massimo e torneremo rossi, giusto in tempo x il primo maggio

  7. per essere zona rossa una città deve avere 250 contagiati ogni 100 mila abitanti !!!!!!
    Salerno città con circa 150 mila non ha mai raggiunto 250 contagiati !!!!!

  8. non è x dire, ma guardate che da rosso ad arancione i ristoranti e bar sono aperti solo per asporto e consegne a domicilio.
    Facessero rosse i comuni di Napoli e forse Caserta che sono le uniche costantemente con numerosi contagi, potrebbero lasciare in pace il resto della campania localizzando le zone rosse solo ai comuni con numerosi contagi, come avrebbero dovuto fare già l’anno scorso . Ma devono fare seriamente i controlli

  9. x Anonimo delle 13:18
    Precisamente una regione (non una città e/o provincia) per essere zona rossa deve avere minimo 250 casi su 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni del monitoraggio dell’istituto superiore di sanità

  10. x Anonimo delle 13:18
    Ovviamente una regione per essere zona rossa può anche non avere i 250 casi su 100.000 abitanti negli 7 giorni, ma avendo però un Rt a 1,25 minimo con un rischio almeno moderato o una situazione ospedaliera particolarmente insostenibile e in quel caso il rischio risulta alto con molteplici allerte di resilienza e quindi c’è un Rt che nel migliore dei casi è a 1, dopo che nelle settimane precedenti è stato anche a cifre come 1,4; 1,5 ad esempio ed è la situazione tipica di picco ospedaliero e inizio del calo dei contagi

  11. x Fra
    Non è possibile purtroppo una cosa del genere perché hanno abolito le zone gialle fino al 30 Aprile e poi perché per le restrizioni si ragiona a livello regionale e siccome dicono Speranza e co. che le zone a colori funzionano e che invece dopo 6 mesi di restrizioni siamo ancora al punto di partenza e non pensano a questo punto di riaprire col pensiero di convivere (rimodulando la legge sullo stato d’emergenza perché per legge è scaduto da poco più 2 mesi) e nel frattempo uscire dal Covid seriamente, non chiudendo mai più perché la gente è stanca delle restrizioni, ma ammonendo i cittadini seriamente se violano i protocolli che devono essere i più sicuri possibili e i governi centrali non hanno mai fatto un protocollo super sicuro, sempre protocolli a metà (se vedi la capacità di filtrazione e assorbimento delle particelle sui vari tipi di mascherine si capiscono tante cose) beh non ci lamentiamo se escono sempre più complotti

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.