Obbligo vaccinale e scudo penale per i sanitari nel nuovo decreto Covid, cosa prevedono

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Due le novità, che riguardano il personale impiegato nel contrasto all’emergenza sanitaria, introdotte dal dl approvato in Cdm. Sarà sospeso lo stipendio a chi non si sottopone alla somministrazione del preparato. Viene invece esclusa la responsabilità penale per i delitti di omicidio colposo e di lesioni colpose per chi è impegnato nell’inoculazione delle dosi del farmaco. Ma la Federazione degli ordini di medici, chirurghi e odontoiatri esprime perplessità.

SCUDO PENALE – Il decreto legge esclude la responsabilità penale del personale medico e sanitario incaricato della somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2, per i delitti di omicidio colposo e di lesioni personali colpose commessi nel periodo emergenziale

Le vaccinazioni, come stabilisce lo stesso decreto legge, devono comunque essere effettuate in conformità alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione all’immissione in commercio e alle circolari pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della Salute relative

OBBLIGO VACCINALE – Chiunque lavori in una struttura sanitaria, medici, infermieri, operatori sociosanitari, farmacisti, dipendenti anche amministrativi di Rsa e studi privati dovrà vaccinarsi contro il Covid-19

Per chi rifiuta la vaccinazione è prevista la sospensione dello stipendio per un tempo congruo all’andamento della pandemia. La sanzione verrebbe revocata in caso di immunizzazione di massa o se si registrerà un calo importante della diffusione del virus. La sospensione dello stipendio durerà al massimo sino al 31 dicembre del 2021

LA DELUSIONE DELL’ORDINE DEI MEDICI – “E’ incompleta e insufficiente la tutela penale per i professionisti, che hanno operato in un contesto straordinario”. Ad affermarlo è il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli

“I provvedimenti a tutela dell’operato dei professionisti durante il Covid non recepiscono appieno le richieste avanzate dal mondo medico, limitandosi a esimere i vaccinatori dalla punibilità per omicidio colposo e lesioni colpose a seguito della somministrazione del vaccino”, aggiunge Anelli

Secondo il presidente della Fnomceo “anche le norme che introducono il cosiddetto ‘obbligo vaccinale’ per i sanitari sono in realtà poco incisive, limitandosi alla sospensione, tramite un iter piuttosto farraginoso, dal diritto di svolgere prestazioni o mansioni che implicano contatti interpersonali”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.