Rapinano ditta a Battipaglia, preso a Napoli un componenti della banda

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

E’ stato individuato in poco tempo ed arrestato a Napoli uno degli autori della rapina messa a segno nella giornata di giovedì ai danni di una ditta di ingrosso di bevande nella zona industriale di Battipaglia.

Il lavoro minuzioso e tempestivo condotto dai Carabinieri della locale Compagnia ha portato al brillante risultato che ha consentito di assicurare alla giustizia uno dei quattro componenti della banda che, con volto travisato ed armati di pistola, aveva messo a segno il colpo dopo aver immobilizzato attraverso delle fascette di plastica da elettricista ben 5 dipendenti e due clienti che in quel momento si trovavano all’interno dei locali.ù

I malviventi erano riusciti a prelevato l’intera cassaforte con all’interno 15mila euro per poi allontanarsi a bordo di una vettura Hyundai I20 bianca risultata oggetto di furto nel luglio 2020 a Napoli.

Le indagini hanno permesso di accertare che l’automobile era transitata poco dopo la rapina lungo l’autostrada A3 in direzione Napoli e che, verosimilmente, era parcheggiata nei pressi di via Cairoli. In collaborazione con i militari in servizio presso la Sezione Radiomobile del Gruppo di Napoli, a seguito delle richieste ricevute dalla Compagnia di Battipaglia, il veicolo è stato rintracciato ed, a seguito di ulteriori indagini, i carabinieri di Battipaglia in trasferta a Napoli, hanno individuato e sottoposto a fermo S.F., napoletano pregiudicato di 38 ani, ritenuto uno dei responsabili delle rapina.

L’uomo è stato riconosciuto grazie al raffronto delle immagini di sorveglianza del locale rapinato. Sono in corso ulteriori indagini al fine di identificare i complici. La vettura oggetto di furto ed usata dai rapinatori è stata sequestrata e sottoposta a rilievi scientifici da parte del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Napoli.

Durante la rapina nessuno è rimasto ferito. I malfattori hanno derubato anche il denaro di due dipendenti, sottraendo loro pochi spiccioli. Dopo le formalità di rito il fermato è stato tradotto presso il carcere di Napoli Poggioreale. La refurtiva è stata trovata nella cassaforte.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.