Salerno: pizzeria apre per protesta contro le restrizioni, arriva la Polizia

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
15
Stampa
Attimi di tensione in serata a Salerno nel corso di una iniziativa di protesta di alcuni ristoratori salernitani che si sono ritrovati, come preannunciato già da giorni, in una pizzeria del centro di Salerno per accendere i riflettori sui provvedimenti che stanno penalizzando il settore della ristorazione.

L’iniziativa rientra nell’ambito della campagna «Io apro» promossa dall’Aisp. I manifestanti erano seduti in sala con le maschere del premier Mario Draghi, del ministro della Salute Roberto Speranza e del governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Quando la manifestazione è entrata nel vivo, sono arrivati gli agenti della Digos. Identificati senza alcun problema i presenti, poi la manifestazione si è conclusa pacificamente.

 

VIDEO AISP

 

VIDEO LE CRONACHE

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

15 COMMENTI

  1. Rispetto per loro che dire hanno semplicemente ragione cercano di ragionare con gente venduta che pensa che lo stipendio cade dal cielo

  2. Ho visto le pseudo dirette e devo dire che così non si va da nessuna parte. Ancora che protestiamo contro la Regione? Bisogna che tutta Italia protesti in massa a Roma in modo pacifico.
    La signora che urlava dicendo non aveva niente più manco i soldi per mangiare ma il telefonino ultima generazione di quello ce l’aveva. Ah dimenticavo sono sempre gli stessi oramai 7/8 di loro che ci marciano e non poco e noi comuni commercianti non sappiamo cosa fare per davvero e non a chiacchiere.

  3. Cari lavoratori del ristorante, i vostri sono giusti sfoghi che iniziano qui e purtroppo altrettanto qui finiscono. Idem vale per i lavoratori chiamati per andare a fare il loro mestiere, ovvero di monitorare e cercare di arginare episodi come questi, che alimentano il rischio contagio. A proposito di contagio, spiace notare, oramai dappertutto, che l’argomento unico è sempre quello relativo alle restrizioni, dimenticando che dietro le quinte ci sono tanti cari che ci stanno lasciando per un virus la cui forza è dovuta semplicemente al fatto che la molecola non è ancora sufficientemente nota alla Scienza. La verità, e chiudo, è che…NATURA CHIAMA: il virus esiste e per accontentare tutti si dovrebbe tornare allo stato brado, dove ognuno si procaccia a modo suo da vivere esponendosi, ed esponendo, ai conseguenti rischi. Siamo invece, purtroppo per molti, una società strutturata, dove esiste una coperta che inevitabilmente non sarà mai e poi mai sufficientemente grande per coprire tutti

  4. Io spero con tutto il cuore, che tutti quelli che ci stanno ammazzando in tutti i sensi, facciano una brutta fine, soffrendo peggio di quanto lo stiamo facendo noi, a cominciare da chi ci ha governato e chi ci governa, arroganti, pagliacci e soprattutto incompetenti

  5. Che forte la Polizia, arriva sempre quando non serve. Intanto il parcheggiatore al polo nautico sta sempre li

  6. I politici sono bravi a parlare di sacrifici, tanto loro non ne fanno. De luca e gli altri fanno sermoni e moralismi, ma intanto a fine mese il “piccolo” stipendio lo prendono. Se poi ci mette anche la vergogna del vaccino di De luca che non ha aspettato neanche il suo turno.

  7. Manganelli e olio di ricino… Con tutta la comprensione, basta guardare che soggetti protestano e come protestano……

  8. Uno più cafone dell altro. Complimenti alla calma della polizia perché io difronte a qualcuno che mi urla in faccia oltretutto gesticolando vaiassamente e sputandomi in faccia, avrei reagito sicuramente con una manganellata in fronte

  9. Ricordatevi appena riaprite di mettere in regola i lavoratori che voi tutti utilizzate e sfruttate usa e getta!per anni avete fatto i soldi sul lavoro nero!mo che pure voi state”male” passatv a man ncopp a cuscienz!

  10. una rondine non fa primavera ed e’ inutile prendersela con le forze dell’ordine sono comandati,la protesta se si vuole farla deve essere a carattere nazionale,tutti aperti e dico tutti,cosa potranno fare? niente,ma in italia il popolo ha le palle per questo? credo che stia arrivando il momento della rivolta non perche’ siamo un popolo di eroi anzi siamo pecoroni ma si e’ arrivati alla fame…alla disperazione e questo porta a qualunque azione,l’importante e’ di essere uniti in tutta la nazione.

  11. Identificazione: ciuccio 1, ciuccio 2, ciuccio 3 e ciuccio 4.

    Speculazione schifosa sulle difficoltà reali dei commercianti (e di altri).

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.