Lavori Viadotto Gatto, senso unico alternato per 20 notti dal 12 aprile

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa

Per consentire l’esecuzione di lavori di manutenzione del Viadotto Gatto a Salerno, a partire dal 12 aprile e per le successive 20 notti sarà istituito lungo il percorso del viadotto il transito unico alternato disciplinato da impianto semaforico e/o da personale moviere, per tratti secondo l’avanzamento del cantiere dalle ore 22.00 alle 6.00 del mattino successivo.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Spostate altrove quel maledetto porto che fu infilato nel cuore della città, così si demolisce anche quell’obbrobrio chiamato viadotto, con i suoi pericoli, i suoi costi di manutenzione e la sua pericolosità!!!!!!

  2. x un cittadino salernitano
    Ma hai defecato proprio fuori dal vaso stavolta, vuoi capire che a Salerno trova sempre meno spazio anche il verde urbano e mo vogliamo pensare di spostare il Porto da Ligea, che è l’unico posto dove lo si può fare con l’attuale conformazione della città e della provincia. Poi il viadotto Gatto con o senza porto è fondamentale per facilitare i collegamenti tra il Canalone, la zona sopra il Teatro Verdi, Vietri (e quindi anche Cava, l’Agro e la Costiera) con il resto di Salerno, non congestionando le altre zone della città sull’aspetto del traffico (Carmine e Centro Storico in primis), ma poi sei ancora più ridicolo quando dici che per i suoi costi di manutenzione allora lo demoliamo il viadotto, che sarebbe svantaggioso sia per la circolazione veicolare di Salerno, come già detto, ma anche per la polvere che una demolizione di grandi opere infrastrutturali come questa può causare, quindi un rischio davvero concreto per l’innalzamento delle polveri sottili in quella zona, come minimo e per fare opere di demolizione di opere così imponenti come il Viadotto Gatto vanno evacuati gli abitanti delle case che stanno sotto il Viadotto (oltre a rendere inaccessibile l’intera zona di Ligea) perché le case potrebbero non reggere il peso del materiale demolito e se non si evacua si può commettere una strage di persone indescrivibile. Ah un’ultima cosa, se non ti è chiaro la demolizione di un Viadotto così imponente come il Viadotto Gatto non costa zero e il Comune deve pure provvedere a far trovare una sistemazione provvisoria agli evacuati per il tempo strettamente necessario dovuto alla demolizione e all’eventuale crollo della casa, qualora non possono andare a vivere in casa di familiari e conoscenti.

  3. Gli errori sono del passato ora sarebbe impensabile abbattere il viadotto che di fatto ha diviso Salerno dalla costiera.
    Abbiamo rincorso un proverbio in passato ” se Saliern teness’ o puort’ Napoli foss’ muort’ ” ma alla fine ha condannato la città nella sua conformazione più affascinante.
    Utopia abbattere il mostro ma una volta terminata Porta Ovest io un pensierino ce lo farei ovviamente con tutte le problematiche che giustamente lei mette in risalto.
    Se ci fosse stata una classe politica (anni 60/70) con una visione del futuro forse in quel punto avremmo potuto godere di un piccolo ma orgogliosamente bello porto turistico che avrebbe attirato economia e valorizzata la città.
    In Campania bastava il grande porto commerciale di Napoli e a Salerno una bella fetta turistica: ognuno il suo , ognuno con il proprio ambito.
    In mezzo i porti di Castellammare e di Torre.
    Una regione coesa che spartiva i compiti dando il meglio.

  4. x Giacomo
    Abbattere il viadotto Gatto anche quando sarà completato Porta Ovest è un utopia anche solo a pensarlo per due motivi, il primo è perché Salerno ha un porto che ha una posizione logistica sul piano nazionale e locale importante, capace di decentrare il flusso verso Napoli, poi vabbè il proverbio è ‘na scemenza anche solo a pensare, che anche un bambino lo capisce che non può essere così, perché Salerno è meno importante di Napoli come città e che lo spazio a Ligea è quello che è, il secondo motivo del perché il viadotto non si può abbattere è perché facilita i collegamenti da Vietri (anche Cava e la Costiera e chi dall’Agro arriva a Salerno per strada normale) con Ligea e con la zona dell’autostrada (anche Canalone ovviamente), abbattendo il viadotto dovremmo riaprire il doppio senso sulla strada sopra il Teatro Verdi, che creerebbe casino per i proprietari delle macchine in primis che non hanno dove parcheggiare.

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.