Vaccini: Il commissario Figliuolo gela il Governatore De Luca, nessuna deroga

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
11
Stampa

Non poteva tardare la replica del commissario all’emergenza Covid, Francesco Paolo Figliuolo, dopo la “sfida” pubblica lanciata dalla Campania con il suo Presidente De Luca: «La campagna vaccinale deve proseguire in modo uniforme a livello nazionale, senza deroghe ai principi che lo regolano, facendo riferimento all’Ordinanza n. 6, che indica le categorie prioritarie di persone da proteggere dal Covid 19», così la nota del generale nominato dal Governo Draghi al posto di Domenico Arcuri.

L’obiettivo – conclude Figliuolo – resta «quello di mettere al sicuro le persone fragili e le classi di età più anziane, che sono le più vulnerabili all’infezione. Più celermente si concluderà questa fase, prima si potrà procedere a vaccinare le categorie produttive».

Non si schiera con il suo collega campano neanche il Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, che invita a seguire l’iter nazionale dato dal generale Figliuolo e dal capo della Protezione Civile Curcio: «Rispettiamo sempre le indicazioni che ci vengono date. Non abbiamo mai sgarrato: credo che seguire l’età sia importante». Il Governatore lombardo, in visita al centro vaccinale della Fabbrica del Vapore di Milano, ha aggiunto «Credo che seguire l’età sia importante e che nel momento in cui ci fosse una quantità notevole di vaccini si possa fare anche qualche altro discorso».

L’ULTIMATUM DEL GOVERNATORE CAMPANIA

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha fatto sapere pubblicamente che non è intenzionato a rispettare le direttive del Generalee commissario straordinario covid, Figliuolo, in merito alle priorità nelle vaccinazioni.

“La Campania è stata una Regione tra le più rigorose d’Italia, ma una cosa è il rigore, altro è la stupidità – le parole di De Luca riportate dai principali organi di informazione online a cominciare dall’agenzia Ansa, a margine di una visita a Benevento – ho appena finito di parlare con il commissario Figliuolo al quale ho detto che una volta completati gli ultra ottantenni e i fragili noi non intendiamo procedere per fasce di età”.

Quindi il numero uno dei campani ha motivato le sue parole: “Dedicheremo la struttura pubblica a curare i fragili e le persone anziane ma lavoreremo anche sui settori economici perché se decidiamo di andare avanti solo per fasce di età, quando avremo finito le fasce di età l’economia italiana sarà morta“.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

11 COMMENTI

  1. Genera’, mo de luca e soci, dove andranno a farsi i bagni e i fanghi, se non si vaccinano tutti gli isolani?

  2. FINALMENTE PUGNO DI FERRO CONTRO LE SCENEGGIATE LE ISOLE COVID FREE LA CARD PER I VACCINATI LO SPUTNIK QUANTE STRIONZATE E LA COSA PEGGIORE CHE CI SONO PERSONE CHE GLI DANNO CORDA E GLI CREDONO

  3. Papino, è meglio che ti metti in silenzio stampa…..
    Evita di fare figuracce……
    Papino il Grande Bluff

  4. Una cosa è certa che conosco almeno 5 persone ultraottantenni che hanno fatto la richiesta e nessuno li ha chiamate…forse aspettano che vanno fuori classifica?

  5. Figliuolo non sa o, come purtroppo credo, non ne vuole sapere della situazione dei vaccini in Campania, infatti sul calcolo dei vaccini usati e da utilizzare e mancanti rispetto ad altre regioni in Campania e sulla conformità della Regione al piano nazionale De Luca (che rompe tanto i cosiddetti di solito purtroppo) ha ragione su quasi tutto stavolta e bisogna dirlo con chiarezza e con oggettività della situazione, lasciando stare il punto di vista personale di tutti/e noi comuni cittadini su tutte le questioni in generale, ma in questo caso sui vaccini, la politica e i politici, perché non abbiamo le stesse conoscenze di chi è protagonista delle nostre vite, infatti noi ci basiamo su quello che ci comunicano con le dichiarazioni e le leggi varie, ma le opinioni e i loro punti di vista non ce lo comunicano, poi se i politici a volte negano l’evidenza sui problemi della gente e poi ancora se c’è anche una verità oscura come dicono quelli che vengono additati complottisti quello è un altro discorso. Comunque Figliuolo ha fatto un’ordinanza generale senza considerare la situazione delle varie regioni, come la Campania. Mo Figliuolo deve stare zitto e aggiustare l’ordinanza se si bisogna ragionare nell’ottica dei vaccini per prevenire la malattia da Covid (non previene il contagio da Sars-CoV2 questo è risaputo se si guardano gli studi), perché se si bisogna uscire dal Covid non basta (o non serve se predominano varianti che bucano gli anticorpi del vaccino o dei vaccini su uno o più fronti) e serve comunque il farmaco se scoppia la malattia sintomatica che il vaccino, ci è stato detto, può prevenire ma non azzerare (può azzerare solo la malattia allo stato grave, dico può in tutto questo discorso perché c’è l’incognita delle varianti attuali ed eventualmente future che possono bucare gli anticorpi vaccini e la loro diffusione e poi sui vaccini c’è il timore che ci possano essere effetti indesiderati a lungo termine come affermano i migliori virologi del mondo che sono, purtroppo, tutti esteri, e non c’è la certezza di quanto durano gli anticorpi del vaccino, a stento si sa qualcosa su quanto durano gli anticorpi dovuti al contagio da Sars-Cov2 che è il virus da cui poi scaturisce la malattia da Covid-19)

  6. Questo fenomeno da baraccone ogni volta che apre bocca fa na figur e m….!!! Ogni sua conferenza stampa, ogni sua dichiarazione televisiva e non, ogni sua diretta Facebook del venerdì (e qui calo un velo pietoso) sono un insulto ed un ricoprire di fango la nostra regione. Vicie pe na vot ind a vit, pe piacer, statt zitt!!!

  7. Questi sono i sostenitori di De Luca…ed ecco spiegato perché in regione Campania non si fa niente per rendere le scuole sicure e ri-aprirle

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.