Aggressione a Vigile di Battipaglia: l’autore del gesto chiede scusa in una lettera

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
4
Stampa
Negli ultimi giorni è balzata agli onori della cronaca l’aggressione subita da un Agente di Polizia Municipale di Battipaglia “reo” di aver redarguito prime e multato poi un automobilista. Immediatamente dopo la diffusione della notizia è arrivata la solidarietà e la ferma condanna del gesto sia dal Comandante della Polizia Municipale che dalla Sindaca Cecilia Francese.

Oggi l’autore dell’aggressione – come si legge sul sito Battipaglia1919.it – scrive una lunga lettera di scuse. M.C., queste le sue iniziali, assistito dagli avvocati Catia Melchionda Fernando Volpe è pentito del gesto posto in essere in un momento di obnubilamento.

Ecco il testo della missiva

Dire adesso che sono un bravo uomo, un buon padre di famiglia, un buon marito è troppo tardi. Quel gesto, ormai, l’ho compiuto e purtroppo neanche io so darmi una spiegazione. L’intera città di Battipaglia e le sue Istituzioni sono ferite a causa di questi episodi che non dovrebbero mai accadere. Le mie scuse vanno prima di tutto al Maggiore che ha subito la mia aggressione, a tutto il Comando della Polizia Municipale, ma mi sento in dovere di chiedere scusa anche al Sindaco e alla cittadinanza tutta per aver mortificato la loro sensibilità.

Spero che un giorno possiate perdonarmi, ho sbagliato e di questo io stesso trovo difficoltà a perdonarmi ed anche se trovo giusto essere giudicato vi prego solo di non definirmi un mostro, perché non lo sono, in questo periodo ho dovuto subire un ingiusto licenziamento a causa di problemi di salute e come tanti sanno ho anche problemi familiare seri, con questo non voglio assolutamente giustificare il mio gesto oppure esimermi da pagare per quello che ho fatto.

L’unica cosa che mi rincuora è sapere che il Maggiore da me aggredito stia bene fisicamente e spero che lo sia anche psicologicamente. Come dicevo, sono pronto a pagare per quello che ho fatto e disponibile a far fronte ad eventuali danni che con il mio comportamento ho causato”.

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

4 COMMENTI

  1. Viviamo in un mondo che abbiamo creato pessimo! Si possono avere tutti i problemi di questo mondo ma ciò non giustifica MAI un comportamento violento! Dal video della vile aggressione che gira in rete si evince che il soggetto in questione è una persona violenta abituato ad allungare le mani nei confronti del prossimo e semmai nemmeno in grado di particolari un discorso civile. Si dice pronto a pagare? iniziasse con il costituirsi ed a non patteggiare al processo.

  2. Che dopo che ti credevi nu uapp, adesso che sai che ti faranno un culo tanto sia penalmente che economicamente, vuoi scusarti! Troppo tardi fogna e Vigliacco che sei, tanna lva’ pur i mutande Zuzzimma ca si, si sul munnezza e lota

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.