Anticorpi monoclonali, Galli: “Possono essere utili se la malattia non è avanzata”

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
“In questi mesi abbiamo usato quintali di azitromicina in modo assolutamente improprio ma questo antibiotico non ha ruolo nel prevenire sovrainfezioni né come cura specifica contro il Sars-Cov-2.

Va usato solo in caso di robusti sospetti di un’infezione batterica in corso”. Attenzione a eparina e cortisone dati precocemente e sì al paracetamolo mentre “preferisco evitare l’acido acetilsalicilico, soprattutto in soggetti giovani”.

A illustrare il vademecum sulle cure per malati Covid non gravi è stato Massimo Galli, direttore di Infettivologia dell’Ospedale Sacco di Milano, durante il webinar ‘Real world Evidence e la sua utilità nella gestione della Sars-CoV-2′. Ad oggi, ha spiegato, “per una serie di motivi, direi che una persona con Covid curata a casa e che necessita ossigeno, prima va in ospedale meglio è”.

Mentre rispetto alla terapia da somministrare, Galli ha dichiarato: “L’eparina è un anticoagulante che andrebbe limitato a pazienti che non sono in grado di deambulare e non somministrata in via preventiva in persone non allettate”.

In modo simile, “non si consigliano corticosteroidi a inizio malattia, nei limite del possibile questa terapia antinfiammatoria va limitata a situazioni che hanno evidenza di progressione, per evitare che i pazienti arrivino in ospedale con una situazione compromessa e dopo lunghe terapie steroidee dannose al sistema immunitario”.

L’idrossiclorochina “è straprovato che non funziona e ha le sue tossicità. No a fare aerosol per non spargere il virus in casa, no a modificare terapie croniche in atto per altre patologie e limitare le benzodiazepine, antipsicotici che possono ridurre la ventilazione polmonare.

Se si è in trattamento con immunosoppressivi, l’indicazione, salvo casi specifici, è di non sospenderli”. Quanto, agli anticorpi monoclonali per persone con fattori di rischio, “i dati mostrano che possono essere utili se la malattia non è avanzata”.

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.