Campania, Sos Impresa ‘adotta’ gli imprenditori vittime di usura e racket

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa

Combattere racket e usura accompagnando le imprese in ogni passo, dalla denuncia all’accesso al Fondo di solidarietà, passando per le fasi giudiziarie. Una vera e propria adozione sociale dell’imprenditore vittima di usura e/o estorsione.

È questo l’obiettivo del progetto “Tutoraggio e solidarietà alle imprese vittime di racket e usura”, messo in campo da Sos Impresa Rete per la Legalità Campania Aps e finanziato con i fondi del PON Legalità 2014-2020 – Linea di Azione 4.2.2 – “Azioni di prevenzione e contrasto ai fenomeni del racket e dell’usura”.

«Questo progetto si inserisce in un lavoro più ampio che Sos Impresa porta avanti da tanti anni sul territorio, al fianco delle imprese vittime di usura e racket, accanto a tutti gli operatori economici che vogliono liberarsi dei propri aguzzini in sicurezza e per sempre», così Luigi Cuomo, presidente di Sos Impresa Campania.

«Oggi più che mai – continua Cuomo – in un contesto economico reso ancora più fragile dalla crisi dovuta all’emergenza Covid, i nostri volontari, professionisti ed esperti antiracket ed antiusura sono a disposizione delle imprese per vincere solitudine, paura e difficoltà commerciali. Un numero verde dedicato 800 900 767, un indirizzo mail info@sosimpresa.org con la possibilità di fissare un incontro in un luogo riservato e discreto per capire insieme la strada migliore per uscire dal tunnel. È possibile avere anche un incontro sul web in questa particolare condizione di limitazioni. Tutta la consulenza e l’assistenza è garantita da esperienza e professionalità ed è offerta in modo assolutamente gratuito».

«Molti non lo sanno ma oggi denunciare di essere vittima di racket e usura o aver ricevuto richieste estorsive è più semplice e sicuro. Lo Stato è realmente dalla parte delle imprese. Gli operatori economici che hanno subito danni, alla persona o alla propria impresa, a causa del racket e dell’usura, possono ricevere un ristoro economico fino a un milione e mezzo di euro. Il primo

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.