Covid, la Campania resta in zona gialla, almeno per ora

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
6
Stampa
La Campania resta in zona gialla. Questa la decisione del Ministero della Salute. In zona rossa la Valle d’Aosta, mentre sono in area arancione le regioni Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna. Tutte le altre regioni e province autonome sono in area gialla.

Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 3 maggio. ​

Sono questi gli unici cambi di stato che scatteranno. L’attenzione era puntata soprattutto sulla Campania, anche a seguito delle dichiarazioni di Vincenzo De Luca (molto polemico su un eventuale ritorno in zona arancione perché c’è più rigore in Campania che altrove, soprattutto nelle azioni di monitoraggio del virus: «Ho la sensazione che in altre parti d’Italia non adottino, diciamo, lo stesso rigore della Campania per valutare i positivi» riferendosi ai tamponi che in Campania, contrariamente che altrove, sono quasi tutti molecolari). Ed invece la Campania resta gialla

Quali Regioni cambiano colore la prossima settimana
Tutte le Regioni in zona gialla ci rimarranno anche la prossima settimana, resta anche la Campania e non passa invece la Puglia, data per probabile fino all’ultimo. In zona arancione restano, infatti, per almeno un’altra settimana Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. Brutte notizie per la Valle d’Aosta, che dalla zona arancione passa in zona rossa a causa dell’incidenza del contagio da Covid, ancora molto alta. Sospiro di sollievo, infine, per la Sardegna, che lascerà la zona rossa e tornerà in zona arancione, uscendo dal semilockdown.

Quali saranno i colori delle Regioni da lunedì 3 maggio
Da lunedì 3 maggio cambieranno nuovamente i colori delle Regioni: saranno tredici quelle in zona gialla, più le due Province autonome. Si tratta di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e le Province autonome di Bolzano e Trento. In zona arancione, invece, saranno confermate Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia, con l’aggiunta della Sardegna che esce dalla fascia con le misure più restrittive. Infine in zona rossa ci sarà solo la Valle d’Aosta

 

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

6 COMMENTI

  1. mi sembra quasi che i giornalisti, o presunti tali, che scrivono queste notizie GODANO nel vedere zona rossa la Campania, e ci rimangono male quando ci sono meno restrizioni.

  2. Gufi di merda!! Mi dispiace, non si chiude più!! Tra poco parlerete solo di belen!! Vergognatevi

  3. Per SASY: ma quindi la parola gufo è valida per tutti i campi? Io pensavo si potesse usare solo contro chi , come me, odia lotito Fabiani e company. 😉😉

  4. Resteremo gialli poi divetteremo Bianchi e in estate diventeremo neri, mi faró le superdosi di Raggi Uv 😂😂😂
    Invece di parlare di Covid, ci puoi consigliare una crema solare protettiva?
    Magari a base di RNA messaggero…

  5. liberta’ per tutti anche per i positivi stanno tutti in mezzo alla strada e mandano pure i figli a scuola, poi lo vogliamo da de luca, dal governo, dalla sanita’, sempre colpa di qualcun altro e se si e’ sfortunati basta fare un po’ di tarantelle al pronto soccorso degli ospedali covid ……. vai taliano vai, rispetto per gl’altri e senso di resposabilita’ 0.

  6. Basterebbe un po’ di buon senso, per non tornare in arancione o rossa, ma siamo in Campania e il giallo sta per liberi tutti…. faremo la fine
    Della
    Sardegna e tutto
    Scritto…

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.