Palestre e piscine, le regole per le riaperture e la ripresa in sicurezza dello sport

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Nel nuovo protocollo attuativo delle linee guida “per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere” vengono indicate le misure da adottare per la ripartenza delle attività sportive. Le piscine possono tornare attive – con restrizioni – dal 15 maggio, le palestre devono attendere l’1 giugno. Tra le indicazioni: misurazione della temperatura all’ingresso, distanza di 7 mq in vasca e 10mq per ombrellone

Il documento è stato validato dal Comitato tecnico scientifico. Se le piscine possono tornare attive dal 15 maggio, le palestre devono attendere l’1 giugno per tornare a lavorare

In tutti i luoghi di pratica sportiva si deve conservare per 14 giorni l’elenco dei clienti

Nelle piscine, all’ingresso bisogna misurare la temperatura. In vasca ogni persona deve mantenere una distanza di 7 mq, mentre per ogni ombrellone bisogna assicurare uno spazio di 10 mq

Sdraio, sedie e lettini devono essere posizionati in modo da garantire il distanziamento di almeno 1,5 metri tra le persone che non appartengono allo stesso nucleo familiare

Il gestore deve provvedere a predisporre adeguata segnaletica e prevedere percorsi diversi di ingresso e uscita. L’accesso agli impianti deve essere fatto esclusivamente tramite prenotazione. Negli spazi comuni, spogliatoi e docce, assicurare il distanziamento di almeno 1 metro

È vietato soffiarsi il naso e urinare in acqua ed è obbligatorio far indossare i pannolini ai bambini molto piccoli. L’impianto deve essere dotato di soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani in aree strategiche e di frequente transito

Nelle palestre bisogna indossare sempre la mascherina fino al momento di iniziare l’attività e si deve mantenere una distanza non inferiore ai 2 metri

Anche in questo caso viene misurata la temperatura all’ingresso ed è necessario differenziare i percorsi di entrata e di uscita. Per i bambini non può esserci più di un accompagnatore

Se possibile è necessario utilizzare tappetini propri, altrimenti la struttura deve provvedere a igienizzare ogni strumento dopo ogni sessione di allenamento

In palestra si deve arrivare già vestiti in tenuta d’attività sportiva e utilizzare gli spazi comuni il meno possibile. Inoltre è necessario usare buste sigillanti per la raccolta di rifiuti potenzialmente infetti

n caso di attività sportiva all’aperto la distanza può essere ridotta a 1 metro

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – [email protected] Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.