Covid. Italia, numeri bassi post weekend: 5.080 casi e 198 morti. In Campania 54 vittime

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail
0
Stampa
Sono 5.080 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati +8.292, qui il bollettino). Sale così ad almeno 4.116.287 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 198 (ieri sono stati +139), per un totale di 123.031 vittime da febbraio 2020. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 3.619.586 e 15.063 quelle uscite oggi dall’incubo Covid (ieri +14.416). Gli attuali positivi — i soggetti che hanno il virus — risultano essere in tutto 373.670, pari a -10.184* rispetto a ieri (-6.266 il giorno prima), in calo dal 6 aprile con l’unica eccezione del 2 maggio.

I tamponi e lo scenario
I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono stati 130.000, ovvero 96.006 in meno rispetto a ieri quando erano stati 226.006. Mentre il tasso di positività è 3,9% (l’approssimazione di 3,907%): vuol dire che su 100 tamponi eseguiti, più di 3, quasi 4, sono risultati positivi; ieri era 3,7%. Qui la mappa del contagio in Italia.

 

Meno contagi in 24 ore rispetto a ieri. Succede ogni lunedì: la curva tocca il punto minimo della sua altalena a causa del più basso numero di tamponi della settimana (quelli processati domenica). Si tratta del dato più basso di nuove infezioni da metà di ottobre 2020 (vedi 12-13 ottobre). La differenza con l’autunno è che allora la curva era in salita – eravamo agli inizi della seconda ondata – e adesso è in discesa. Ovviamente pesa il minor numero di analisi. Ma il dato odierno, nonostante i numeri di lunedì siano poco indicativi della situazione, sembra comunque confortante. Il trend si mantiene in riduzione (basta guardare la curva nella foto in basso). Per esempio, lo scorso lunedì (3 maggio) sono stati registrati +5.948 casi sono un tasso di positività del 4,9%. La buona notizia di oggi è che il rapporto di casi su test pur salendo al 3,9% dal 3,7% precedente, è sotto il 4% da una settimana (di preciso da martedì 4 maggio).

La curva dei nuovi casi sul sito della Protezione civile

Con l’aumento dei vaccinati, un po’ di prudenza e rispettando le regole per le prossime due-tre settimane, a giugno la situazione «sarà come quella del Regno Unito», secondo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri . «Quando i vaccinati saranno 30 milioni potremmo togliere le mascherine all’aperto», sottolinea Sileri.
Nessuna regione ha un incremento di contagiati a quattro cifre. Il maggior numero di casi è in Campania (+943). Seguono: Lazio (+680), Sicilia (+589) che ha processato il maggior numero di test regionali, ossia oltre 19 mila test, e infine Lombardia (+583, qui il bollettino) con 16 mila test e un tasso di positività del 3,6% che è più o meno in linea con quello nazionale.
Le vittime
Le vittime, più di ieri, sono meno di 200 per la terza volta nel mese di maggio (vedi +144 decessi domenica 2 maggio e +139 decessi domenica 9 maggio). Tre regioni hanno zero lutti — Umbria, Molise e Provincia di Bolzano — mentre il maggior numero di morti è in Campania (+54 decessi, di cui 30 deceduti nelle ultime 48 ore e 24 nei giorni scorsi). Ad avere oltre 20 vittime sono poi: Puglia (+25), Lombardia (+23) e Toscana (+20). In basso il dettaglio di tutte le regioni.
Il sistema sanitario
Crescono leggermente le degenze ordinarie, in calo le terapie intensive. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono +7 (ieri -379), per un totale di 15.427 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva (TI) sono -34 (ieri -19), portando il totale dei malati più gravi a 2.158, con 80 nuovi ingressi in rianimazione (ieri +103). Il maggior numero di persone entrate in terapia intensiva è in Lazio (+15) e Piemonte (+13, qui il bollettino).

Facebook   Twitter   Whatsapp   Google plus   Condividi via Mail

Commenta

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente. I commenti di questo blog non sono moderati nella fase di inserimento, ma Salernonotizie si riserva la facoltà di cancellare immediatamente contenuti illegali, offensivi, pornografici, osceni, diffamatori o discriminanti. Per la rimozione immediata di commenti non adeguati contattare la redazione 360935513 – salernonotizie@gmail.com Salernonotizie.it non e’ in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità. Salernonotizie.it si riserva la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti. Salernonotizie.it non è responsabile del contenuto dei commenti agli articoli inseriti dagli utenti. Gli utenti inviando il loro commento accettano in pieno tutte le note di questo documento e dichiarano altresì di aver preso visione e accettato le Policy sulla Privacy.